“Continuiamo a registrare, con ampia soddisfazione, le positive ricadute occupazionali sui territori derivanti dalla recente approvazione, da parte del Consiglio regionale e all’unanimità, di una legge, d’iniziativa del centrodestra,

che ha previsto un percorso di stabilizzazione definitiva dei precari della cosiddetta “Legge 15”. Tra di loro, rientrano a pieno titolo oltre 60 lavoratori del comune di Acri, i quali si vedono riconosciuto il loro impegno, la loro attività, la loro dignità. Si tratta di un risultato straordinario e senza precedenti che premia l’abnegazione e lo spirito di servizio profuso nei confronti di queste persone e la conclusione di un iter atteso da ormai tanti anni”.
È quanto dichiara, in una nota, Pasqualina Straface, consigliere regionale di Forza Italia.
“La comunità di Acri e questi lavoratori ottengono, dunque, il naturale e proficuo esito di una vicenda protrattasi per molto, troppo tempo e che finalmente ha visto la luce grazie all’iniziativa della coalizione di centrodestra oggi al governo della Regione sotto l’attenta guida del Presidente Roberto Occhiuto. Tale misura – prosegue Straface – è volta a garantire un sostegno concreto e stabile nel tempo per i lavoratori della Legge regionale 15 del 2018 per il triennio 2022-2024, con un trattamento economico uguale a quello degli appartenenti ai bacini del precariato riferiti alle altre Leggi regionali, demandando alla Legge di bilancio la possibilità di garantire il medesimo trattamento per le annualità successive. Una iniziativa di sensibilità istituzionale, pertanto, che pone al centro il diritto al lavoro e le pari condizioni d’accesso da parte di tutti i cittadini”.

9 maggio 2022