Lo arrestano per aver sottratto al legittimo proprietario un cagnolino da compagnia, ma nel corso della perquisizione nella sua abitazione sita nel quartiere San Martino alla ricerca del cagnolino, i militari hanno trovano un bilancino e alcuni grammi di sostanza stupefacente. Così il giovane A.T.P. 24 anni, del luogo, è stato arrestato per questo secondo reato e, dopo le formalità di rito, è stato rimesso in libertà in attesa di processo penale che lo vedrà imputato dei reati di detenzione di sostanze stupefacenti e di ricettazione. L’operazione è stata condotta ieri mattina dal Comandante della Stazione dei Carabinieri di Trebisacce Maresciallo Vincenzo Bianco e dal suo vice Maresciallo Natale Labianca i quali, nel corso di un servizio di controllo e prevenzione del crimine ed evidentemente insospettiti dai comportamenti del giovane, hanno eseguito la perquisizione nella sua abitazione nella quale, oltre al cagnolino che era custodito in un locale adiacente all’abitazione e che è stato restituito al legittimo proprietario, hanno trovato ben altro. Come detto il giovane, dopo l’arresto, è stato rimesso in libertà a piede libero.
     Pino La Rocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.