Siamo giunti ormai al termine anche di questa stagione di serie B, che ha regalato come ogni anno un sacco di emozioni a tal punto che questa ultima giornata che si terrà in data odierna sarà fondamentale per capire chi riuscirà ad accedere alla prossima stagione dei serie A e chi invece dovrà salutare la seconda massima serie, per tornare in serie C.

La zona alta della classifica vede scontrarsi Lecce, Monza e Cremonese per la vittoria del titolo e quindi la certa qualificazione per la Serie A. Il Pisa, invece dopo aver dominato la prima parte della stagione deve sparare in un errore delle prime tre per ottenere la qualificazione automatica ed evitare i playoff, che si terranno appena terminata la stagione.

La zono bassa invece della classifica ha già mietuto la sua sentenza sul Pordenone e sul Crotone, che non sono riuscite nonostante gli sforzi economici delle società per il mercato di gennaio, ad evitare la retrocessione. Tutto, invece, è ancora aperto per l’ultimo posto di automatica retrocessione tra Vicenza Cosenza e Alessandria, che lottano per non ottenere l’ultimo slot di retrocessione diretta.

I Bookmakers danno il Cosenza per avvantaggiato assieme all’Alessandria per l’ottenimento dei playout e posticipare momentaneamente l’accesso in serie C. Il Cosenza dà fiducia viste le sue ultime partite, possiamo vedere come i ragazzi di Zaffaroni siano riusciti a sopraffare il Benevento e a strappare un punto fondamentale al Pisa.

La vittoria del Cosenza di oggi contro il Cittadella, che si disputerà in casa dei lupi, è quotata molto bene, alcuni siti portano la vittoria quotata a 2, quale miglior occasione per sfruttare il bonus scommesse senza deposito dei bookmakers con licenza ADM

Analizzando la situazione del Cittadella invece, è riuscita ad ottenere un totale di otto punti su quindici disponibili nelle ultime 5 partite, ma non è comunque riuscita a raggiungere la zona dei playoff, rendendo il suo finale di stagione privo di obiettivi, trovandosi in una zona della classifica che non consente l’accesso ad alcuna tipologia di scontri post campionato.

La mancanza di volontà e di obiettivi del Cittadella fa si che il Cosenza parta avvantaggiato in questo scontro, che invece di obiettivi ne ha e come. Il Cosenza grazie al punto strappato al Pisa è in vantaggio rispetto al Vicenza che è obbligato a vincere contro l’Alessandria sennò dovrà retrocedere.

L’ipotesi peggiore per il Cosenza sarebbe non riuscire a centrare la vittoria e che il Vicenza batta l’Alessandria, facendo così andare ai playout quest’ultime. Il Vicenza è in ottima forma, in quanto la scorsa giornata è riuscito a battere il Lecce negandogli così l’accesso in serie A dalla scorsa giornata. Inoltre, l’unico scontro precedente delle due squadre datato 30 gennaio ha visto sconfitta l’Alessandria.

L’Alessandria parte con tre punti di vantaggio rispetto al Vicenza, rendendo quindi anche un pareggio un ottimo risultato per evitare la retrocessione automatica. La sfida si terrà in Piemonte, portando quindi i padroni di casa un po’ avvantaggiati dal fattore del giocare in un campo al quale sono maggiormente abituati.

Esiste un’altra piccola possibilità e speranza di salvezza per il Cosenza. Nella giornata del 5 maggio il presidente della Reggina è stato arrestato per illeciti e dubbia provenienza dei soldi investiti sulla società mandando in bilico la salvezza già ottenuta della Reggina, facendole rischiare la retrocessione automatica. Se questo dovesse accadere il Cosenza potrebbe essere ripescato per la prossima serie B.

Quest’anno è stato ricco di colpi di scena e bellissime partite dove le squadre piccole sono riuscite a fronteggiare e sconfiggere quelle più forti, ricordandoci ancora una volta che a calcio si gioca con il pallone e non con i soldi.