Distrutta la condotta idrica. Situazione sotto controllo. Rizzuto invita cittadini ad essere prudenti.
Maltempo, arriva una nuova emergenza. Dopo le forti perturbazioni che hanno provocato ingenti danni nel dicembre 2013, ritorna la pioggia. Seppur con intensità diversa dalla precedente, è stata una fine settimana di forti temporali. Registrata l’esondazione, sopra la zona industriale, del torrente Satanasso nella giornata di ieri (domenica 2 febbraio). Distrutta la condotta idrica che ha provocato l’assenza dell’acqua in gran parte dello Scalo. Danni a coltivazioni nelle vicinanze. Allagamenti diffusi nel territorio. Situazione costantemente monitorata ovunque, soprattutto sul lungomare.

A darne notizia è il Sindaco Roberto RIZZUTO che, insieme alla sua squadra amministrativa è stato, ed è tutt’ora in continuo aggiornamento sull’evolversi della situazione.

Parola d’ordine, prudenza.

Il Primo Cittadino, già dalla giornata di ieri (domenica 2) ha da subito invitato la cittadinanza ad essere prudente; le raccomandazioni erano e rimangono quelle di non sostare su ponti o ai margini di corsi d’acqua, nei sottopassi e sulla spiaggia.

La situazione complessiva – spiega RIZZUTO – è monitorata. Il Satanasso desta oggettivamente qualche preoccupazione. Ieri sera (domenica 2) – precisa il Sindaco – il livello dell’acqua si era abbassato di molto ma, la pioggia di questa notte l’ha fatto alzare nuovamente. Continuiamo a tenerlo sotto osservazione, insieme al lungomare. Dalle comunicazioni ufficiali sul meteo – conclude RIZZUTO – la situazione dovrebbe migliorare. Aspettiamo la fine dell’emergenza – chiosa – per iniziare a fare la conta dei danni. – (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).