• Home

L' Alto Jonio sfiducia il commissario Scura


Resta molto caldo, insieme al clima ancora rovente dell’estate, il fronte della polemica sulla questione-ospedale dopo le pesanti e sprezzanti frasi rivolte dal commissario Scura alle popolazioni dell’Alto Jonio. Che non sono “quattro gatti”, come le ha definite con poco garbo Scura, ma ben 60mila cittadini che si sentono offesi e chiedono le dimissioni, o la rimozione, del Commissario. Scura viene insomma sfiduciato da tutti, dai sindaci, dai medici, dalle forze sindacali e dai comuni cittadini che si dicono pronti a tornare sulle barricate.

Leggi tutto

Il commissario Scura deve dimettersi

Online la petizione lanciata da Ciminelli. Il sindaco invita tutti a firmare
PETIZIONE SU CHANGE.ORG
https://www.change.org/p/cittadini-calabresi-italiani-il-commissario-scura-si-deve-dimettere
Il Dott. Massimo SCURA non può fare il Commissario per la sanità in questa regione. Ha dimostrato di non essere all’altezza del compito e del ruolo assegnatigli. Ma, soprattutto, egli ha scientemente reiterato offese gravi e sprezzanti verso la dignità e l’intelligenza dei calabresi, in particolare dei cittadini dell’alto jonio. Il Commissario SCURA è, oggi, persona non gradita dal Pollino allo Stretto, dal Tirreno allo Jonio.

È quanto dichiara il Sindaco di Amendolara Antonello CIMINELLI per il quale a SCURA non resta che rassegnare immediatamente le dimissioni dall’incarico ad oggi malamente ricoperto; prima che – aggiunge – sia lo stesso Governo che lo ha nominato, così come noi auspichiamo e chiediamo, a rimuoverlo.

E ciò per almeno due ordini di motivi – continua CIMINELLI: 1) per la somma di danni e disagi che lo stesso sta procurando ai territori ed alla sanità calabrese e 2) per manifesta incompatibilità ambientale con popolazioni di cui dimostra di non avere alcun rispetto.

Ancor più grave, intollerabile ed incompetente – prosegue il Primo Cittadino – è l’atteggiamento del Commissario rispetto alla vicenda chiarissima dell’Ospedale di Trebisacce.

SCURA non si preoccupa della mancata ottemperanza della sentenza del Tar che riconosce come illegittimo il provvedimento di chiusura di quell’ospedale.

Né si preoccupa della documentata insufficienza di posti letto e della conseguente forzata migrazione sanitaria verso altre regioni, causata dalla ingiustificata, immotivata e abnorme chiusura di due ospedali nella Sibaritide (Cariati e Trebisacce) e del ridimensionamento peggiorativo del pseudo ospedale spoke di Corigliano e Rossano.

Di tutto ciò il Commissario non si preoccupa affatto ed invece non trova di meglio che usare parole molto gravi, rivolte a quanti in questo territorio reclamano soltanto un diritto fondamentale quale quella alla salute; affermazioni censurabili da tutti i punti di vista, atte semmai a suscitare proteste e rivolte anche contro la sua persona e di cui SCURA farebbe meglio a vergognarsi chiedendo pubblicamente scusa.

Esortando, infine, tutti i colleghi dell’alto jonio e della Calabria ad unirsi nella richiesta di dimissioni dell’attuale Commissario per la sanità, CIMINELLI annuncia l’avvio su scala territoriale di forti azioni di contrasto all’operato di SCURA, a partire da una petizione sul web per la cacciata del Commissario. – (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying)

La risposta della Calabria al raddoppio di Suez


Porgo ai lettori una notizia (vera lo giuro) dell'ultim'ora. Non si è fatta aspettare la risposta della Calabria al raddoppio del canale di Suez. Un comitato, composto proprio per la bisogna, ha elaborato un sofisticato progetto per trasformare in isola la parte meridionale della regione. La "Grande Opera" (ormai in Calabria si fanno solo queste), consiste nello scavare un canale navigabile dal golfo di Squillace al Tirreno.

Leggi tutto

Provincia: approvato il nuovo Statuto


L’Assemblea dei Sindaci ha approvato nel pomeriggio di ieri il nuovo Statuto della Provincia di Cosenza con 77 voti favorevoli, corrispondenti a 480.587 abitanti. I lavori sono stati aperti dal Presidente Occhiuto che ha parlato del processo in atto per l’azzeramento delle Province e l’avvio degli Enti di Area Vasta, rimarcando l’importanza di un dibattito che coinvolge tutti i partiti sulla necessità di un Ente intermedio vicino ai Comuni.

Leggi tutto

Alto Jonio: il fuoco torna ad essere protagonista


Il fuoco torna ad essere protagonista nell’Alto Jonio facendo scempio di quel poco che rimane del patrimonio boschivo. Terminate infatti le ferie coincise con i giorni di ferragosto, i piromani abituali ed altri personaggi squallidi mossi probabilmente da piccole vendette di paese, sono tornati all’attacco e, complici le alte temperature che agevolano la forza distruttrice del fuoco, il comprensorio montano è ritornato ad essere un braciere ardente.

Leggi tutto

Alto Jonio: Economia, puntare tutto su agricoltura e turismo


ORIOLO - Agricoltura e turismo: sono queste le due ancore di salvataggio della sempre più fragile economia di un Meridione d’Italia ormai abbandonato a se stesso dal governo nazionale. Lo hanno capito bene alcuni paesi dell’Alto Jonio che provano affannosamente a risollevare la testa aggrappandosi a questi due autentici salvagente. Ci provano in particolare alcuni pionieri che operano nel settore i quali tentano di lanciare segnali di cambiamento provando a puntare sull’eno-gastronomia  ed a capitalizzare i prodotti De.Co. (deonominazione comunale) di cui si stanno arricchendo comuni come Oriolo, Roseto, Cerchiara, Montegiordano

Leggi tutto

Cassano: solidarietà a Papasso

Messaggi dai Socialisti, Consiglieri e Assessori
Esprimiamo la nostra incondizionata e sincera solidarietà al Sindaco Gianni Papasso, che ancora una volta è costretto a subire le azioni subdole di qualcuno che celandosi sotto l’anonimato cerca di intimorirlo e farlo desistere dal portare avanti l’azione di rinnovamento sociale e culturale della Città di Cassano, intrapresa con passione nel maggio 2012.

Leggi tutto

Firmato un patto d’amicizia tra Cassano e Matera


Il sindaco della Città di Cassano All’Ionio, Giovanni Papasso e per il sindaco della Città di Matera, Raffaello De Ruggieri, l’assessore delegata alla cultura e marketing territoriale, Anna Selvaggi, in forma solenne, hanno sottoscritto il previsto Patto di Amicizia tra le rispettive comunità. La cerimonia della firma, ha avuto luogo nella stanza del primo cittadino di Cassano, alla presenza, tra gli altri, di autorità istituzionali, del mondo della cultura e del giornalismo. La città di Cassano All’Ionio e quella di Matera, ora Capitale Europea della Cultura 2019, hanno vergato il “Patto”, in quanto unite nella promozione delle proprie tradizioni culturali e del patrimonio storico-paesaggistico dei propri territori, al fine di instaurare una proficua collaborazione e uno scambio interistituzionale che punti alla valorizzazione turistica, allo sviluppo socio-economico, alla promozione delle attività produttive dei territori e all’amicizia reciproca. La manifestazione fieristica, è stata aperta dal saluto di benvenuti del sindaco Papasso, che nello spazio antistante l’ingresso al Palazzo di Città, ha salutato le aziende partecipanti, espressioni di vari settori del commercio, dei prodotti tipici e dell’enogastronomia calabrese e di altre realtà regionali convenute e ai graditi ospiti della Città di Matera. Segnaliamo, tra i presenti, anche il direttore della terza rete Rai della Basilicata, Fausto Taverniti. Il sindaco di Cassano, nel salutare la delegazione materana, ha espresso parole di compiacimento per l’intesa raggiunta, destinata a creare un rapporto di collaborazione costruttivo, che nel tempo porterà alla conoscenza e valorizzazione delle peculiarità culturali, storiche, artistiche, archeologiche e paesaggistiche della realtà locale calabrese, con quella della Basilicata. Nell’occasione, il sindaco Papasso, ha annunciato pubblicamente che l’amministrazione comunale formalizzerà con dovizia di particolari, la richiesta di candidatura della Città di Cassano All’Ionio, con Sibari, Capitale della Magna Grecia, il suo mito e la sua storia antica, a “Città della Cultura Italiana” per il 2016. L’idea-progetto, è stata accolta con scroscianti applausi dall’affollato e qualificato uditorio, in segno di assenso. Quanto alla “Fiera di Cassano”, sia il sindaco Gianni Papasso, che l’assessore alle attività produttive e marketing territoriale, Stefano Petrosino, hanno espresso la loro più viva e sentita soddisfazione per l’ottima riuscita dell’evento, sia in termini di presenze che di partecipazione.- Lì, 01.09.2015 Il Capo Ufficio Stampa - Mimmo Petroni -

Lineamenti e documenti di storia feudale a Morano Calabro (secoli XII – XVI)


Sabato, 5 settembre, la presentazione del volume di Lorenzo Carmine Curti

MORANO - Sabato 5 settembre, nella Sala conferenze del suggestivo Chiostro di San Bernardino da Siena, alle ore 18.30, il prof. Lorenzo Carmine Curti presenta il suo libro: “Lineamenti e documenti di storia feudale a Morano Calabro (secoli XII – XVI)”. Il volume, un vero e proprio scrigno di informazioni e testimonianze inedite, propone una lettura attenta e fedele degli avvenimenti che si sono succeduti nell'antichissimo e prestigioso borgo del Pollino nella lunga e turbolenta epoca medievale.

Leggi tutto

Dissesto territoriale: la Cisl regionale invoca una legge contro il consumo del suolo

«Gli ultimi avvenimenti accaduti in Calabria, con calamità naturali sempre più frequenti, ultimi in ordine di tempo quelli di Rossano e Corigliano, rivelano in modo evidente e inequivocabile la drammaticità dello stato del territorio lasciato all'incuria, senza regole, nell'illegalità e alla mercè di una cementificazione speculativa e selvaggia che continua a provocare danni irreparabili, a volte anche con la perdita di vite umane».

Leggi tutto

Corigliano | E adesso in Consiglio si autoaccuseranno di trasversalismo?


Dopo l’alluvione: è attesa per giovedì pomeriggio la seduta straordinaria monotematica sollecitata dalle minoranze e subito convocata dal presidente Magno

S’annuncia infuocata la seduta straordinaria e monotematica del Consiglio comunale di Corigliano Calabro, già convocata da parte del presidente Pasquale Magno per giovedì prossimo 3 settembre alle ore 17,30 per “Comunicazioni e discussione inerenti il nubifragio che s’è abbattuto sull’area urbana Corigliano Calabro-Rossano lo scorso 12 agosto causando molteplici disagi alle due città”.

Leggi tutto

Altri articoli...

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.