Il Fabrizio C5 sconfitto a Latina

La Pasta Pirro esce sconfitta dalla sfida contro il Latina. Palazzetto gremito in ogni ordine di posto, oltre 1.300 gli spettatori. Una gara condizionata dall’espulsione di Ariati dopo 14 minuti dal calcio di inizio. La prima frazione termina 2-0 per i padroni di casa. In avvio di ripresa gli ausonici si presentano in campo con un altro piglio e dopo pochi minuti accorciano le distanze con Bachega. Il forcing dei calabresi non si placa e poco dopo i bianconeri potrebbero pervenire al pareggio, ma la palla di Marcelinho, a portiere battuto, colpisce la traversa ed esce. Coach Ceppi decide di dare più spazio ai tanti giovani presenti in distinta facendo esordire il classe ’93 Molinaro. Da segnalare l'ottima prova dell'altro classe '93 Caravetta. In casa Pasta Pirro a questo punto pesano e non poco le assenze dovute alle squalifiche e all’infortunio di Bachega avvenuto dopo il gol, ma i tanti giovani non sfigurano al cospetto di giocatori come Maina e Menini. Il risultato è sicuramente bugiardo, basti pensare che la quinta e la sesta rete del Latina sono arrivate a due minuti dal termine con gli ospiti ormai condannati alla sconfitta. Queste le dichiarazioni del Direttore Generale Madeo della Pasta Pirro a fine gara: “Usciamo ancora più forti da questa gara, la maggiore soddisfazione nostra è quella di proseguire su quelli che sono i nostri programmi cioè valorizzare i nostri giovani, vederli tutti insieme in campo contro il Latina ci inorgoglisce”. Abbiamo perso contro una grande squadra alla quale vanno i complimenti anche per l'ospitalità. Ci dispiace per questa prima sconfitta però guardiamo avanti con fiducia."

RAPIDOO LATINA-PASTA PIRRO CORIGLIANO 6-2 (2-0 p.t.)
RAPIDOO LATINA:Chinchio, Natalizia, Menini, Terenzi, Maina, Bacoli, Donazzolo, Battistoni, Vernillo, Avellino Rosati, Malandruccolo. All: Giampaolo;
PASTA PIRRO CORIGLIANO: Martino, De Luca, Schiavelli, Ariati, Dentini, Bachega, Caravetta, Marcelinho, Berardi, Molinaro, Morrone, Sapia. All: Ceppi;
ARBITRI:Raffaele Ziri (Barletta), Fabrizio Burattoni (Lugo Di Romagna) CRONO: Jacopo Stragapede (Roma 1);
MARCATORI: 14’15’’ e 17’47’’ p.t. Maina (Lt), 2'38’’ s.t. Bachega (PP), 5’38’’ e 10'30’’ Menini (Lt), 16'23’’ Schiavelli (Pp), 17'27’’ e 18’12’’ Terenzi (Lt);
AMMONITI: Ariati (Pp), Bacoli (Lt), Bachega (Pp), Chinchio (Lt);
ESPULSI: Ariati (Pp) al 14’07’’ p.t. per somma di ammonizioni;


N.B. Nella foto il giovane Caravetta autore di una splendida gara in quel di Latina;

Stampa Email

Caffè Aiello Corigliano - Primo brindisi stagionale: vittoria al tiebreak contro Castellana

La Caffè Aiello, in rimonta, riesce ad avere la meglio su un’ostica Materdomini che, dopo aver giocato concentrata per quasi tre set, butta alle ortiche una vittoria quasi fatta e torna a casa con un solo punto conquistato. Da parte coriglianese, dopo due set giocati male, nel terzo arriva il parziale riscatto con la rimonta finale. Nel quarto e nel quinto set Castellana perde la bussola, Corigliano trova una quadratura migliore (con Galabinov in campo, dopo aver sperimentato Borgogno, Tartaglione e Galaverna nei ruoli di opposto e banda), alza il ritmo e fa suo il match, conquistando i primi punti e il primo successo stagionali. Si parte con il minuto di raccoglimento per le vittime dell’alluvione in Sardegna e con i tifosi rossoneri che espongono uno striscione  che recita “Corigliano vicina al popolo sardo”, recante anche il numero per le donazioni.

In campo coach Fanizza sceglie gli stessi che hanno fatto bene nel precedente turno, mentre coach Iurisci rivoluziona ancora il suo team e stavolta prova Borgogno opposto, inserendo in banda Galaverna accanto a Cernic. Al centro torna invece Tomasello.

Nel primo set c’è gara fino al 7-8, poi la Caffè Aiello si spegne e Castellana vola. I pugliesi trovano l’allungo giusto con i colpi del solito Cazzaniga (7-11) e poi addirittura raddoppiano il gap distanziando Corigliano sul 10-18. Coach Iurisci inserisce Tartaglione e richiama in panca Galaverna, provando anche a variare la diagonale con Galabinov e il neo acquisto Tosi in campo. Purtroppo per i rossoneri, però, le cose non migliorano e Castellana va a chiudere 13-25 con Ciavarella.

Nel secondo set c’è maggiore equilibrio. Coach Iurisci propone Tartaglione dal primo punto e la Caffè Aiello parte forte (6-3). II pugliesi però annullano subito il break con due ace di Castellano, ma al tempo tecnico è ancora Corigliano sul +2. I rossoneri conservano il break sino al 17-15, poi cedono e subiscono un parziale negativo che capovolge il set fino al pesante contro break che lancia il team di Fanizza sul 19-23. I rossoneri poi accorciano (21-23) costringendo il tecnico pugliese al timeout, ma al rientro in campo il match parla ancora in favore della Materdomini, che chiude 22-25.

Nel terzo set Corigliano ha l’acqua alla gola e parte con maggiore impeto. Coach Iurisci cambia ancora e ridisegna l’attacco con Galabinov insieme a Borgogno e Cernic. Il parziale è equilibrato: Corigliano prova a scappare (12-9), ma i pugliesi rinvengono con un muro di Castellano su Borgogno passano avanti 14-15. Un ace di Fabroni rimette le cose apposto (17-17) e costringe coach Fanizza al timeout. Gli ospiti trovano il break giusto con un errore dei rossoneri in ricezione e un muro di Cazzaniga su Borgogno, allungando sul a19-23. Con Tartaglione e Galabinov (due punti a testa), i rossoneri riagganciano e superano Castellana (24-23), andando addirittura a vincere il set con due punti filati di Cernic sul 29-27.

Nel terzo set parte meglio Castellano, che sul 3-7 porta coach Iurisci a chiedere la prima interruzione. Corigliano si rimette in carreggiata e arriva sul 10-10 grazie ad un errore in ricezione di Ciavarella. Si gioca punto su punto, sino a quando un doppio ace di Cernic e due errori in attacco di Castellana permettono ai rossoneri di portarsi sul 21-16. I pugliesi restano dentro al set con due errori coriglianesi (21-23) che portano coach Iurisci al timeout ma, alla ripresa, un tocco intelligente di Cernic chiude poi il set 25-23 e porta la sfida al quinto. Nel tiebreak coach Iurisci insiste su Galabinov e Tartaglione, puntando quindi sulla combinazione che ha dato sostanza alla rimonta rossonera. Il parziale è equilibrato, si gioca palla su palla e sotto il tifo assordante dei supporters di casa. Cernic, con un ace, manda le squadre al cambio campo sull’8-7. Poi un ottimo Tartaglione indovina un attacco e un muro e porta i rossoneri avanti 13-9, con Galabinov che porta al match point (14-10) e capitan Tomasello che mette giù la palla del 15-10 che consegna la vittoria alla Caffè Aiello.

 

Pino de Patto (direttore sportivo Caffè Aiello): «E’ stata una gara che non mi è piaciuta molto. Devo dire bravi ai ragazzi, per come l’hanno voluta vincere con i denti, così come devo fare i complimenti ai giovani di Castellana, un team che gioca una pallavolo ordinata e che può dar fastidio a tutti. Non è però così che possono andare le cose e non possiamo ritenerci del tutto soddisfatti. E’ vero, muoviamo la classifica, ma c’è ancora tantissimo da lavorare per trovare una quadratura che ci permetta di andare in campo senza doverci affidare a più soluzioni sempre da provare. Ci era stato chiesto di prendere gente d’esperienze, così da sistemare anche la ricezione, e lo abbiamo fatto. Quando arriveremo a chiudere il cerchio portando a Corigliano un opposto di ruolo non ci saranno più scuse, la squadra sarà completa».

 

Yordan Galabinov (schiacciatore Caffè Aiello): «Siamo partiti male, ma poi siamo stati molto bravi a reagire e a capovolgere un match che sembrava perso. Sono molto contento per noi, perché è la prima vittoria stagionale, e per il nostro pubblico, che stasera ci ha sostenuti alla grande. Quando ci siamo trovati a -2 dalla sconfitta, qualcosa a livello mentale che ci ha permesso di reagire è scattato dentro di noi. La mia prestazione? Sono contento, sono qui per dare una mano al gruppo e dare il mio contributo alla causa del Corigliano».

 

Matteo Sperandio (centrale Materdomini.it): «E’ davvero un peccato aver buttato alle ortiche un successo che potevamo raccogliere restando concentrati. Ci trovavamo a un passo dai 3 punti e, forse, abbiamo pensato che fosse fatta. E’ stato un errore, perché poi Corigliano ha trovato fiducia e ha giocato meglio, mentre noi di contro non riuscivamo più a controbattere. Troppi errori? Siamo un team giovane che, ogni domenica, sta facendo vedere qualcosa in più. Ci sta che però sbagliamo qualcosa. La strada per la salvezza è ancora molto lunga, dobbiamo lavorare senza perdere di vista l’obiettivo. Un saluto lo dedico infine al pubblico coriglianese, che mi ha accolto con affetto. E’ stato emozionante tornare in un ambiente dove mi sono trovato benissimo».

TABELLINO

Caffè Aiello Corigliano                  3                                           
Materdomini.it Castellana G.        2                               

Parziali: (13-25) (22-25) (29-27) (25-23) (15-11)

Caffè Aiello Corigliano: Fabroni 5, Galaverna 1, Tomasello 7, Bortolozzo 11, Borgogno 10, Cernic 15, Santucci (L), Tartaglione 11, Festi NE, Rivan (L) NE, Galabinov 11, Ritacco, Tosi. All. Iurisci

Materdomoni.it Castellana Grotte: Cazzaniga 25, Primavera (L), Civita 1, Castellano 15, Sperandio 6, Pellegrino 6, Spadavecchia 8, Battista (L), Petrosillo NE, Mariella NE, Ciavarella 10, Braico 1, Bruno NE, Sorrenti 1. All. Fanizza

Arbitri: Valeriani e Di Blasi di Roma

NOTE: durata set 26’, 28’, 32’, 29’, 16’. Tot. 2h e 11’. Ace 7/3. Muri punto 10/19. Percentuale in attacco 40% / 41%. Percentuale in ricezione 37% / 33%. Spettatori 800 ca.

Johnny Fusca
Ufficio Stampa e Comunicazione
Caffè Aiello Corigliano

Stampa Email

Odissea 2000 Rossano OK: battuto il Catania

ROSSANO – L’Odissea 2000 Rossano centra il terzo risultato utile consecutivo battendo il Catania per 4 a 2. La partita, come preventivato alla vigilia, non è stata facile e la formazione gialloblù ha dovuto tenere alta la concentrazione fino all’ultimo per avere la meglio di un Catania che era venuto a Rossano per cercare di invertire la tendenza dei suoi risultati. I calcettisti di Nelsinho e Labonia hanno gestito bene la gara facendo valere il maggior tasso tecnico, riuscendo, con un ottimo secondo tempo, ad incanalare il match sui binari della vittoria.
Al pronti via, dopo il minuto di raccoglimento in memoria delle vittime dell’alluvione che ha colpito la Sardegna, i gialloblù si ritrovano sotto di un gol dopo appena 20 secondi. Corner battuto da Rizzo e conclusione rasoterra vincente di Da Silva. Il tempo di ridestarsi dalla sorpresa e Ninho Pelentir rimette le cose a posto con un tiro da fuori area che trova impreparato Barbera. Ristabilita la parità la formazione di casa prende a macinare gioco e dopo aver tremato per un’azione di Cesaroni sventata da Soso, cerca con insistenza la via del gol. Ci provano a più riprese Eric, Ninho, Russo, Pace e Richichi, ma Barbera chiude la porta ai tentativi gialloblù. Il tempo si chiude con un tiro ravvicinato di Rizzo al quale Soso si oppone con il corpo.
Ad inizio ripresa l’Odissea 2000 Rossano preme sull’acceleratore e in 141 secondi sferra l’uno-due che tramortisce gli avversari. Il primo gol arriva grazie ad una sfortunata deviazione di Da Silva su tiro di Eric, il secondo è un capolavoro di Sapinho che si fa tutto il campo palla al piede, dribbla Barbera e deposita la palla in rete. Dopo altri 4 minuti Miglioranza firma il gol dell’ex battendo il portiere catanese con un destro al volo su assist di Eric. Il Catania ci mette qualche minuto prima di riprendersi dallo shock, ma poi, torna a combattere con grande orgoglio. I siciliani le provano tutte, anche giocando con Cesaroni come portiere in movimento. Tattica che, ovviamente, li espone a grossi pericoli. Buon per loro che Sapinho per due volte non centra il bersaglio, che la conclusione di Richichi viene ribattuta dalla traversa e quella di Russo dal palo. A poco più di due minuti dalla fine Bidinotti accorcia le distanze. Vani, poi, sono gli ultimi assalti alla porta di Soso.      
 
Soddisfazione alla fine della partita nel clan rossanese per la conquista di tre punti importantissimi per la classifica. Per tutti parla il coach Nelsinho.
“Stiamo lavorando davvero tanto sulla tenuta mentale dei nostri calcettisti perché nel nostro roster c'è tanta qualità ed esperienza, ma, pecchiamo su questo aspetto – ha affermato -. La partita di oggi avvalora ancora una volta quanto vado dicendo dall’inizio del torneo e che ripeterò fino alla noia: questo è un campionato difficilissimo. Anche quando si incontra l'ultima in classifica bisogna mantenere alta la concentrazione per tutti i 40 minuti di gioco. Oggi, però, i miei ragazzi hanno risposto molto bene portando a casa tre punti fondamentali per il proseguo del campionato”.
                                                                                  
                 
ODISSEA 2000 ROSSANO – CATANIA    4 – 2  ( 1 – 1 p.t.)

ODISSEA 2000 ROSSANO: Soso, Sapinho, Eric, Miglioranza, Russo, Ninho, Arcidiacone, Pace,  Richichi, Librandi, Visciglia, Sicilia. All. Nelson-Labonia.

CATANIA: Barbera, Madonia, Da Silva, Rizzo, Lopez, Aliotta, Bidinotti, Finocchiaro, Marletta, Cesaroni. Barravecchia. All. Chillemi.

ARBITRI: Ziri (Barletta) e Di Padova (Termoli). CRONO: Masi (Brindisi).

MARCATORI: 0’22’’ p.t. Da Silva, 1’24’’ p.t. Ninho, 1’55’’ s.t. autorete di Da Silva, 2’21’’ s.t. Sapinho, 6’39’’ s.t. Miglioranza, 17’50’’ Bidinotti.

AMMONITI: Cesaroni, Richichi, Russo, Barbera, Eric.

ESPULSO: al 19’57’’ p.t. Chillemi (allenatore Catania) per proteste.

                                                                                                      Pierluigi Noce                     
                                                                                                     Addetto Stampa

Stampa Email

Caffè Aiello Corigliano - Domani supersfida interna contro Castellana

La sesta d’andata della Regular Season di Serie A2 mette di fronte, al Pala Corigliano (ore 18, con le telecamere di Rai Sport), la Caffè Aiello e la Materdominivolley.it Castella Grotte. La sfida, che richiama inevitabilmente le battaglie all’ultima palla di qualche stagione fa, stavolta mette una contro l’altra due formazioni che hanno necessità di punti per risalire la china e abbandonare la bassa classifica, visto l’avvio di stagione abbastanza deficitario. Attesi ex di turno Sperandio (con la maglia rossonera lo scorso anno) e Fabroni (a Castellana nella stagione 2006/07).

GLI AVVERSARI
«Andiamo a Corigliano consapevoli delle nostre capacità e del percorso di crescita su cui stiamo lavorando. L’obiettivo è di far punti. Loro si sono notevolmente rinforzati e cercheranno di sfruttare al meglio il fattore casa, ma noi non dobbiamo farci condizionare da nulla. Sono fiducioso». Così il tecnico dei pugliesi, Vincenzo Fanizza, nei giorni scorsi, anticipando un po’ i temi del turno di domani che vedrà i suoi scendere in Calabria alla ricerca di punti preziosi per risollevarsi in classifica. Un primo segnale di cambiamento, per Castellana, è arrivato nell’ultimo turno, quando in casa contro Cantù il team capitanato da Castellano è riuscito a strappare ai lombardi un punto al tiebreak. Domani, presumibilmente, coach Fanizza si riaffiderà allo stesso “sette” dello scorso turno, schierando Pellegrino opposto a Cazzaniga, Sperandio e Spadavecchia al centro, Castellano e Ciavarella di banda, Primavera libero.

QUI CAFFE’ AIELLO
I rossoneri della Caffè Aiello arrivano all’impegno contro Castellana consapevoli che stavolta, peraltro davanti al pubblico di casa, non si potrà sbagliare. Bisognerà perlomeno esprimersi su livelli differenti rispetto al passato e lo si dovrà fare per più di un solo set, visto che uno dei limiti del gruppo di coach Iurisci sta proprio nel non riuscire a mantenere alta la concentrazione durante tutto l’arco dell’incontro. Rispetto al passato, coach Iurisci ha Cernic e Santucci in più, ragion per cui, sistemata la linea di ricezione insieme a Borgogno (che dovrebbe giocare in banda completando il reparto con l’ex azzurro), al tecnico dei calabresi resteranno solo altri due nodi da sciogliere: l’eventuale impiego di Tomasello al centro insieme a Bortolozzo, in fase di ripresa dopo lo stop forzato per infortunio, e come completare la diagonale con Fabroni scegliendo uno tra Galaverna e Tartaglione.

IL PREGARA DI SIMMACO TARTAGLIONE
«Contro Castellana dobbiamo dimostrare che il lavoro fatto nell’ultimo periodo non è stato vano e che anche noi siamo cresciuti sotto il profilo caratteriale. In queste prime gare ci è mancata la continuità. Magari giochiamo bene all’inizio del match e, come a Monza, riusciamo anche a far bene tutto vincendo il set. Poi ci spegniamo, non riusciamo a dare continuità al nostro modo di fare pallavolo. Gara decisiva in chiave salvezza? Non direi, siamo solo alla sesta d’andata. Piuttosto sarà importante sbloccarci e far punti per la classifica soprattutto per il morale e per dare una soddisfazione ai nostri tifosi».

ARBITRI E MEDIA
Il match di domani sarà seguito in diretta da Cometa Radio, raggiungibile sia in Fm che in streaming web (www.cometaradio.it), con radiocronaca affidata ad Alfonso Labonia. Gli arbitri dell’incontro saranno Silvano Valeriani e Maria Giuseppe Di  Blasi, entrambi di Roma. La gara sarà trasmessa in differita sul canale Rai Sport 2 martedì 26 novembre alle ore 22.45. Il match verrà poi riproposto da Tele A1 (canale 72 DT) mercoledì (orario da definire) e giovedì alle 23:30. Aggiornamenti in diretta durante il match sul sito Legavolley.it (servizio “live scores”), sul Televideo Rai e sul gruppo Facebook del club coriglianese (Volley Corigliano – Official Group).

Johnny Fusca
Ufficio Stampa e Comunicazione
Caffè Aiello Corigliano

 

Stampa Email

Il 24 Novembre a Rende la prima “Festa del ciclismo giovanile in Calabria”

E' in programma per domenica 24 novembre, alle ore 10,30 presso l’Hotel San Francesco di Rende la “Prima Festa regionale del Ciclismo Giovanile”. Si tratta di un evento in cui il ciclismo giovanile regionale tira le somme dopo una stagione ricca di avvenimenti, in cui molti giovanissimi atleti della regione si sono messi in evidenza nella gare in giro per l’Italia, senza dimenticare le società che in Calabria, nonostante le difficoltà, hanno portato avanti attività educativa-sportiva. Per festeggiare, dunque, atleti e società che si sono distinti in stagione nelle attività giovanili, la FCI – Comitato Calabria, guidata dal Presidente Salvatore Dionesalvi, ed in particolare il Responsabile regionale del Settore Tecnico “Giovanissimi”, Pasquale Golia, assieme con il “Coordinatore regionale” del progetto educativo “Pinocchio in Bicicletta”, Francesco Corrado, hanno voluto organizzare perl’appunto  la “Prima Festa del Ciclismo giovanile calabrese”. Il sipario sull’evento si alzerà domenica 24 novembre, alle ore 10,30 presso la Sala Convegni dell’Hotel San Francesco di Rende (Cs). Saranno presenti all’iniziativa, oltre che gli organizzatori Salvatore Dionesalvi, Pasquale Golia e Francesco Corrado, anche la vice presidente della FCI, Daniela Isetti; il Presidente del CONI Calabria, Mimmo Praticò; ed il magistrato, sostituto procuratore presso il Tribunale di Lamezia Terme, Luigi Maffia. Ospiti d’eccezione i ciclisti professionisti Domenico Pozzovivo, della vicina Lucania, ed i calabresi Francesco Reda e Sergio Laganà. Tutti e tre gli atleti verranno premiati dal Comitato Calabria della FCI quali esempio per i giovani ciclisti calabresi con il loro amore e spirito di sacrificio nel ciclismo professionistico.
La manifestazione sarà divisa in due parti. La prima sarà dedicata alla premiazione di atleti e società che si sono contraddistinti nel corso della stagione 2013.
Nella seconda parte della serata spazio, poi, alle testimonianze dei corridori professionisti e dirigenti della FCI ed all’esposizione dei progetti educativi-sportivi di codesto Settore tecnico per la stagione 2014.
COSENZA, lì 21 Novembre 2013

                                                                             Responsabile Settore Tecnico “Giovanissimi”
                                                                                         F.to avv. Pasquale Golia

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.