Carrera Cup Italia, a Vallelunga dopo la pioggia arriva la vittoria in gara 2 per Simone Iaquinta

Written by comunicato stampa on . Pubblicato in Sport

Gara due perfetta, una partenza sprint e una performance di alto livello: Simone Iaquinta vince ancora in Carrera Cup Italia, trofeo del quale è detentore, e lo fa evidenziando capacità di adattamento e strategia. Un successo in gara 2, sul circuito romano “Pietro Taruffi” di Vallelunga, che consente al campione calabrese di restare nelle prime posizioni del campionato monomarca Porsche.

Un risultato avvalorato dalla mancata partecipazione alle prove libere del venerdì a causa di un problema tecnico, la rottura di un paraolio che ha costretto il driver castrovillarese di restare ai box. Poi le prove libere, un quinto posto in gara 1 e il successo domenicale in gara 2.

Iaquinta è partito dalla seconda posizione in griglia, ben consapevole di dover giocare gran parte delle sue carte proprio al semaforo verde. E così è stato. Uno scatto straordinario gli ha consentito di conquistare la testa della corsa praticamente nei primissimi metri d’asfalto. Un asfalto, per la cronaca, lievemente umido a causa di una pioggerellina che si era posata sul circuito di Vallelunga qualche ora prima, ma che non ha messo a repentaglio il regolare svolgimento della gara. Sempre in mattinata, peraltro, era scesa su Campagnano di Roma una nebbia che ha costretto i Prototipi a posticipare la loro gara, ma che, fortunatamente, si è diradata prima di gara 2 del monomarca Porsche.

Dopo aver conquistato il primo posto, per Iaquinta è stata una gara di contenimento e di consolidamento del vantaggio guadagnato. Il driver cosentino ha saputo condurre una gara attenta e determinata, raggiungendo per primo il traguardo al volante della Porsche 911 Ghinzani Arco Motorsport – centri Porsche Milano.

«È stato un weekend difficile come da programma – ha commentato alla fine della gara un felicissimo Simone Iaquinta – Per fortuna avevo disputato un pre-test prima delle libere, circostanza che non mi ha fatto pesare troppo l’impossibilità a partecipare alle prove del venerdì a causa della rottura del paraolio. Sono soddisfatto del risultato ottenuto, ci tenevo a uscire da Vallelunga con ulteriori certezze e questa vittoria ne ha offerte tante. Ho giocato tutto sulla partenza: e mi è andata bene, perché poi dietro si è creata bagarre e lo sforzo maggiore è stato quello di mantenere la posizione senza rischiare troppo. Sono felice e ringrazio il team, insieme stiamo facendo un lavoro straordinario e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ora pensiamo già al prossimo round di campionato. Dove daremo il massimo ancora una volta».
 

Stampa