Plataci: martedì 16 agosto “La Giornata del Migrante”

Confermando la propria vocazione all’accoglienza e all’inclusione sociale, Plataci “Il Paese dei murales”, martedì 16 agosto, ospiterà “La Giornata del Migrante” nel corso della quale si parlerà di accoglienza, solidarietà e difesa dell’identità linguistica, culturale e religiosa. L’evento, inserito a pieno titolo nella XIX Edizione degli Itinerari Gramsciani, è stato curato da Lucia Brunetti ed è stato organizzato dal comune di Plataci in collaborazione con il Centro Sprar di Plataci.

“La Giornata del Migrante” sarà divisa in due fasi: un dibattito tematico, coordinato da Pamela Elia, che avrà luogo nella Sala Gramsciana al quale, oltre al sindaco Francesco Tursi, prenderanno parte l’on. Mario Brunetti presidente dell’Istituto MEME, e di proff. Antonio Di Diego, Gianni Mazzei, Maria De Paola e operatori del Centro Sprar.  Al dibattito seguirà, presso l’anfiteatro comunale, l’esibizione della "STELLA MARIS BAND" di Villapiana che eseguirà dei pezzi inerenti al tema del convegno, con la partecipazione speciale di Daniel Dramisino alla chitarra, della voce solista di Carmen Cerchiara e di altri artisti locali. Al termine del Concerto verrà proiettato il film “Quando sei nato non puoi nasconderti”, che racconta la storia del tredicenne Sandro che di notte, mentre era in vacanza in barca nel Mediterraneo con il padre, un ricco imprenditore bresciano, finisce in acqua e viene salvato da uno scafo di clandestini in rotta verso l’Italia. «Ritengo sia utile – ha commentato Lucia Brunetti che ha curato l’evento – riflettere e organizzare eventi su tematiche così importanti, soprattutto in questo particolare momento storico-politico, al fine di sensibilizzare la gente sullo scottante tema dell’accoglienza».
Pino La Rocca
 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.