Ritorno alla terra,l’esempio di Canna e Amendolara


Domani doppio evento nell’Alto Jonio. Riparte il mulino di Jelpo e rivive il mandorleto comunale

CANNA-AMENDOLARA  – I mulini erano un tempo il motore dell’economia di una terra, quella calabrese, che ricca di fonti idriche sviluppava le sue aree industriali intorno ai canali d’acqua (come a Rossano, nella Valle del Celadi e Corigliano, in quella del Pendino); con le farine ottenute dalla macina del grano antico, attraverso il prezioso lavoro dei mugnai, occupazione artigianale antichissima, si ottenevano pasta e prodotti da forno di qualità che se oggi non sono in via di estinzione, per sapore e proprietà, poco ci manca.

- Le produzioni agricole, in alcuni siti, a metà strada tra il mare e le colline, erano così importanti da dare il nome al luogo dove venivano coltivate. Amendolara, per esempio. Il suo nome deriva dal greco amygdalaria, ossia mandorli, alberi che qui, nel Paese della Secca, quasi non ci sono più. - CANNA, nel primo caso, e AMENDOLARA, nel secondo, sono due esempi di politiche per la tutela e conservazione delle tradizioni e delle produzioni promosse da Sindaci lungimiranti, che non possono che trovare il sostegno convinto della Condotta Slow Food Pollino Sibaritide Arberia. Ecco perché il sodalizio della chiocciola rossa ci sarà domani, VENERDì 21 AGOSTO, a CANNA, quando si rimetterà in moto lo storico MULINO DI JELPO e ad AMENDOLARA, in occasione dell’evento JAZZ DI-VINO quando il Sindaco CIMINELLI presenterà il progetto del PRIMO MANDORLETO COMUNALE in Italia che sarà inaugurato in autunno.

Ritorno alla terra e qualità della vita, sono gli elementi che accomunano i due appuntamenti dell’Alto Jonio.

CANNA - Si parte alle ORE 17, con la dimostrazione della molitura del grano. Alle ORE 18,30 si terrà il dibattito sul tema CIBO, TERRITORIO ED IDENTITÀ CULTURALE. Moderati dal fiduciario Lenin MONTESANTO, parteciperanno il Sindaco Giovanna PANARACE, Fortunato AMARELLI per il Museo storico della Liquirizia di Rossano, Sabrina DEL PIANO, archeologa specialista, Luigi SALVATORE, direttore generale della Global Technologies Service srl, Tonino SANTAGATA, Presidente del GAL Alto Jonio “Federico II”, partner dell’iniziativa, ed il consigliere regionale Giuseppe GRAZIANO. - Alle ORE 19,30 saranno preparati i prodotti derivati dalla farina, alle ORE 20,30 la degustazione dei prodotti del territorio e, alle 21,30 assaggi sonori di fine estate.
 
AD AMENDOLARA - Alle ORE 20,30, Danilo REA e Fabio ZEPPETELLA in concerto per JAZZ DI-VINO. Al termine della esibizione dei due artisti, la serata al Castello sarà impreziosita dalla degustazione di vini di due cantine dell’Alto Jonio: TROIANO di Amendolara e SOLANO di Montegiordano. Il Primo Cittadino CIMINELLI, presenterà, inoltre, il progetto che ad autunno renderà Amendolara, prima ed unica realtà in Italia ad avere un MANDORLETO COMUNALE. - (Fonte/ MONTESANTO Sas – Comunicazione & Lobbying).

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.