Morano: Seconda edizione della Partita del Cuore

Domenica 11 dicembre stadio Gaetano Scorza
Parte del programma natalizio, tra gli eventi più attesi del periodo, la seconda edizione della partita del cuore vedrà la municipalità moranese sfidare i frati cappuccini di stanza nel locale convento francescano in un incontro di calcio che si annuncia interessante non solo per le evidenti finalità filantropiche e sociali ad esso legate, ma anche sotto il profilo prettamente agonistico.

Perché mentre l’obiettivo della manifestazione, è noto e apprezzato, e riguarda la devoluzione dell’incasso al progetto Vita Morano, l’aspetto sportivo quest’anno promette scintille e certamente non deluderà il pubblico. I religiosi infatti si presenteranno in campo con undici giovani atleti (novizi di stanza nel cenobio moranese) tra cui alcuni estremamente quotati. Il Comune, invece, schiera un mix composto da amministratori e dipendenti che dovranno sudare le proverbiali sette camice per tenere il passo ai seguaci di san Francesco.

 

E’ un momento che assume una certa rilevanza e riguarda da vicino tutti i moranesi. Negli ultimi tempi si è potuto constatare quanto sia importante ampliare la rete dei dispositivi salvavita e al contempo formare adeguatamente operatori in grado di intervenire per un primo immediato soccorso, riducendo quel margine temporale che diventa determinante per strappare alla morte persone in stato di arresto cardiocircolatorio. Il confine tra l’essere e il non essere è labile (chiamiamolo, se si vuole, fatalismo o in altro modo…) e spesso non del tutto e subito intercettabile, ma il tempestivo e corretto utilizzo del defibrillatore può fare la differenza. Insomma, provarci è un dovere.

 

Ci crede il sindaco Nicolò De Bartolo (nella foto), ci credono gli amministratori, in primis l’assessore Biagio Angelo Severino, delegato in materia, ci crede l’infermiere Girolamo Angelini e la società sportiva “Geppino Netti”. Tutti concordi nell’affermare che occorre «sensibilizzare e conoscere le problematiche connesse all’arresto cardiaco, sì da consentire interventi rianimatori celeri, consapevoli e diffusi».

 

L’invito a partecipare è dunque rivolto a tutti. Portiamo il nostro contributo, per una possibilità sanitaria più ampia. Domenica 11 dicembre prossimo, ore 15.00, stadio Gaetano Scorza, Morano Calabro. Il costo del biglietto per assistere alla sfida dell’“anno” è di 2,50 euro e assicura ad ognuno l’accesso al campo, tanta allegria e il premio virtuale per la solidarietà.

 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.