Alle “Notti dello Statere” anche Ninni Bruschetta

CASSANO - Torneranno la prossima settimana le Notti dello Statere, manifestazione cinematografica, giunta alla sua XII edizione, di scena a Marina di Sibari in una ricca tre giorni (dal 29 giugno al 1° luglio) presso la sala convegni del Villaggio Marlusa. Tra dibattiti, proiezioni e ospiti del mondo del cinema.

Subito un’anticipazione del red carpet svelata sui social dallo stesso interessato: nella serata conclusiva arriverà il noto attore e regista siciliano Ninni Bruschetta (di recente in tv con “Il sistema”, “Romanzo siciliano” e al cinema in “Quo vado”, al fianco di Checco Zalone). L’atteso ospite, nella circostanza, presenterà anche il suo libro fresco di stampa dal titolo “Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista”, Fazi Editori.
Oltre a Bruschetta, nelle serate precedenti saranno presenti Gianluca di Gennaro (“Gomorra”) e Alessandro Bolide (“Made in Sud”). Top secret, al momento, l’elenco completo degli ospiti del mondo dello spettacolo di questa edizione 2016 che sarà comunque svelato a breve insieme al programma.
Il Circolo Cinematografico Cinema Calabria
Nasce dalla passione per il cinema di un gruppo di ragazzi residenti nella Piana di Sibari e, in particolare, proprio tra Cassano e Sibari, in provincia di Cosenza. È una associazione senza scopo di lucro che intende la cultura come conoscenza della realtà in tutti i suoi aspetti. Con l’organizzazione di proiezioni, spettacoli, dibattiti, conferenze, inchieste, corsi, pubblicazioni, seminari - utilizzando soprattutto il cinema e gli altri mezzi audiovisivi- il Circolo si propone lo scopo di offrire mezzi teorici e tecnici per documentare e analizzare i problemi della società contemporanea, per il conseguimento di una sempre maggiore consapevolezza critica e culturale con particolare riferimento alla comunicazione audiovisiva. Considera le sue attività come servizio sociale, per la diffusione e lo sviluppo della cultura e dell’informazione in tutte le forme e per il rinnovamento delle strutture che ad esse sono connesse.
Le rassegne che il Circolo promuove, infatti, sono tutte tese al rilancio del Cinema Italiano e alla diffusione della cultura legata al grande schermo. Obiettivo perseguito attraverso l’incontro/rassegna con personaggi del mondo del cinema di fama nazionale e con i dibattiti promossi tra questi ultimi e il sempre folto pubblico presente. Hanno già preso parte ai progetti del Cinema Calabria: Andrea Sartoretti, Francesca Valtorta, Fabrizio Nevola, Enzo Decaro, Michele Placido, Dino Abbrescia, Thomas Trabacchi, Elena Russo, Paolo Sassanelli, Luca Lucini, Filippo Nigro, Mariana Braga, Maria Chiara Augenti, Andrea Molaioli, Francesca Cima, Alessandro Piva, Esmeralda Calabria, Luigi Petrazzuolo, Ciro Esposito, Luciano Scarpa, Fabio Massa, Martina Liberti, Antiqua Saxa, Federica Apicella, Gianluca Arcopinto, Marcello Prayer, Pasquale Falcone, Giulio Petroni, Anna Pavignano, Michele D’Anca, Roberta Scardola, Pietro Genuardi, Giuseppe Zeno, Marco Bocci, Elda Alvigini, Ugo Dighero, Alessio Boni, Emanuela Tittocchia, Vincenzo Bocciarelli, Luca Angeletti, Claudio Castrogiovanni, Salvatore Gisonna, Gianni Fantoni, Eleonora Russo, Pier Belloni, Marit Nissen, Fabrizia Sacchi, Euridice Axen, Greta Scarano, Gianluca Di Gennaro, Francesco Testi, Paolo PieroBon, Luca Capuano, Giorgia Wurt, Serena Iansiti.

Il Progetto LE NOTTI DELLO STATERE

La rassegna cinematografica denominata “Le Notti dello Statere” vede la luce nella sua prima edizione del 2005. Svoltasi presso i Laghi di Sibari (Cs), la manifestazione ha avuto una media di spettatori di circa 1000 presenze a serata. Tre in tutto le giornate dedicate alla rassegna e al confronto con gli operatori del mondo del cinema. Dato il grande successo ottenuto, suffragato anche dalla presenza di personaggi di calibro nazionale quali i sopraccitati, la direzione artistica del Circolo ha preso la decisione di istituzionalizzare la rassegna con lo stesso nome negli anni, con il preciso obiettivo di farla crescere e proporla quale punto di riferimento tra le manifestazioni di tal genere in tutto il Sud Italia.

LO STATERE

L’aver scelto proprio lo “statere” a simbolo distintivo della rassegna non è stato casuale.
“Statere” è il nome di diversi tipi di moneta dell'antichità. La moneta fu battuta da varie città greche nei diversi standard monetari, in argento, oro ed elettro. Lo “statere d'argento” era la moneta più diffusa nell'antichità greca. Era il più alto nominale normalmente battuto e valeva in genere il doppio di una dracma. Nell’antichità, lo “statere in oro” era anche la moneta più importante a Sibari. Addirittura i Sibariti avevano inventato all’epoca un sistema di convertibilità che permetteva loro di attuare scambi commerciali sia col mondo greco che con le città dell’Egeo e il Mediterraneo. Molto diffuso anche lo “statere in argento”, come detto, moneta apprezzata e notevolmente presente tra i Sibariti perché nella zona erano presenti molti giacimenti di tale metallo. Le monete erano battute con un sistema a incuso su cui era impressa la figura di un robusto toro retrospicente. E’ da tenere presente che tale simbolo era utilizzato anche dalle popolazioni degli enotri, dagli italici, ed era presente anche a Rhegium.
Il legame antico che unisce dunque la Piana di Sibari con questa moneta storica ha ispirato i componenti del Circolo Cinema Calabria, che in tal modo hanno voluto legare in modo netto la loro attività alla tradizione e alla cultura della propria terra, così da sottolineare sempre il forte legame con le radici e diffondere in Italia un simbolo appartenente proprio alla cultura di Sibari.

 

SIBARI
La località che accoglie l’iniziativa del Circolo denominata “Le Notti dello Statere” è Sibari (Cs), con maggiore precisione la località nota al turismo nazionale denominata Marina di Sibari. Teatro della manifestazione è la sala convegni Marlusa- Minerva Club Resort, luogo che dispone di oltre 1000 posti a sedere e che permette davvero di assistere agli incontri in uno scenario degno di nota.
Da sottolineare che il pubblico normalmente presente a Marina di Sibari è del tutto variegato, dato che la località accoglie turisti provenienti da ogni parte d’Italia.
Dunque la rassegna non è solo un prodotto di cui possono usufruire gli abitanti del comprensorio ma, senza alcun dubbio, è una proposta rivolta a vari strati sociali e culturali.

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.