Trebisacce: Cinzia Aino, la sua pittura come specchio di se stessa

TREBISACCE - La sua pittura è lo specchio di se stessa: sensibilità, inquietudine, solitudine, ricerca di un equilibrio esistenziale, autobiografia personale e familiare. Tutto questo rappresentano i quadri dell’artista Cinzia Aino di Trebisacce che lunedì sera, nella stupenda location del lido “La Barca” sul Lungomare di Trebisacce, ha inaugurato una sua Personale di pittura intitolata “I colori dell’anima sotto le stelle”.

Moderatore e coordinatore della serata il giornalista Andrea Mazzotta, relatore e mentore dell’artista trebisaccese appartenete a un’intera famiglia di artisti della pittura e della musica, lo scrittore e storiografo locale Francesco (per gli amici Ciccio) Frangone che ha tracciato in modo acuto e appassionato il profilo artistico della pittrice Cinzia Aino nella cui arte campeggiano splendide e misteriose figure femminili che, parafrasando Fiorella Mannoia, raccontano…tutto quello che le donne non dicono. E poi ci sono paesaggi del proprio vissuto quotidiano ricchi di malinconia e soffusi di tinte color pastello che denotano tutta la sensibilità d’animo dell’artista, nata, anche per tradizione familiare, con il pennello in mano a dipingere ed a regalare emozioni. Al termine della serata Cinzia Aino, visibilmente soddisfatta per la riuscita della presentazione, ha ringraziato Ciccio Frangone e Andrea Mazzotta, l’amministrazione comunale presente con l’assessore Gianpiero Regino, i titolari de “La Barca” per la bella ospitalità, tutte le associazioni ed i numerosi presenti all’iniziativa.

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.