Alessandria del C.: Sport e cultura esaltano il Borgo Autentico

Written by Pino La Rocca on . Pubblicato in Cultura

ALESSANDRIA DEL CARRETTO - Circa 150 tra arcieri provenienti dall’intero Sud Italia e le loro famiglie, si sono dati appuntamento domenica 19 luglio presso il Borgo Autentico di Alessandria del Carretto, per una gara di Tiro con l’Arco.

Un evento interregionale, questo, organizzato all’insegna dello sport e della cultura sportiva che segna indiscutibilmente una nuova e diversa concezione di fare sport e firmato dal CSEN, Settore Tiro con l’Arco Sud Italia di cui è Referente il dr. Guido Valenzano. La lenta ripresa di alcune delle attività sportive, dopo il lungo lookdown, deve infatti rispettare alti standard di sicurezza e prevenzione di eventuali contagi da COVID19 e, in questo contesto, alcuni sport, più di altri, si prestano per loro natura all’osservanza delle norme anti-Covid e garantiscono una maggiore sicurezza. Il Tiro con l’Arco è sicuramente uno tra questi. Ecco perché si è scelto di organizzare una gara di livello interregionale in uno dei Borghi Autentici più belli e suggestivi di tutta la Calabria. Dieci, le postazioni di tiro allestite nelle varie contrade dell’antico borgo, scelte tra le più belle ed affascinanti, ricche di storia e di tradizioni locali, dislocate su un percorso di circa 1,5 km. adagiato nel cuore del Borgo di Alessandria del Carretto. Ogni postazione ha potuto ospitare un massimo di 4 atleti in una giornata in cui lo sport si è fuso con la cultura, facendo assaporare a tutti gli ospiti convenuti ad Alessandria del Carretto tutto il fascino di quell’Italia che ha nella semplicità e nell’accoglienza la sua essenza. Valori, questi, custoditi gelosamente negli antichi Borghi, di cui Alessandria del Carretto è un grande esempio e un autentico forziere carico della storia di un popolo. «Il battito di vita lento e silenzioso dei Borghi, dettato dal peso che portano sulle spalle di tradizioni e storia antropologica di un popolo, rappresenta la cornice ideale per la ripartenza di una nuova concezione di Sport. Ampi spazi aperti, monumenti da scoprire e/o riscoprire, musei, botteghe, piatti e prodotti tipici sono solo alcuni degli elementi caratterizzanti i Borghi che possono arricchire notevolmente l’esperienza sportiva portando una forte connotazione educativo-culturale». Queste le parole espresse dal dott. Guido Valenzano che come organizzatore, nonché Referente CSEN del Tiro con l’Arco Sud, crede fortemente nell’alta rilevanza formativo-educativa che questo evento assume al di là della prestazione sportiva. Moltissimi gli atleti presenti, tutti in abito storico, che hanno reso ancor più intenso e affascinate un’esperienza che parte dallo Sport per assumere una forte connotazione educativo-culturale. Impegnativa la macchina organizzativo messa in piedi dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Geom. Domenico Vuodo, che simbolicamente ha donato una targa-ricordo a forma di Scudo al dott. Guido Valenzano per ricordare l’evento. «È stata una giornata bellissima, – ha dichiarato da parte sua il primo cittadino di Alessandria del Carretto rivolto al dr. Valenzano - all’insegna dello sport e della cultura sportiva. Siamo davvero felici di avervi ospitati e speriamo tutti di rivedervi presto. Comunque, senza la preziosa collaborazione dei Volontari dell’Associazione Aivvfc, Distaccamento Alessandria del Carretto – ha concluso il sindaco Geom. Domenico Vuodo - non saremmo riusciti a predisporre tutte le operazioni di coordinamento, sicurezza e accoglienza degli atleti. Grazie ragazzi, siete una risorsa fondamentale per il nostro paese».

Pino La Rocca 

Stampa