Olio di CBD: un valido aiuto per i disturbi del sonno

Written by Redazione on . Pubblicato in Cultura

Stando a recenti stime, circa un terzo della popolazione fatica ad addormentarsi o si sveglia più volte durante la notte. I disturbi del sonno sono sempre più diffusi e rappresentano un problema che richiede soluzioni mirate. Una di queste può essere l'olio di CBD.

Le cause che portano ad avere difficoltà nell'addormentarsi possono essere molteplici: alimentazione sbagliata, stile di vita frenetico e stress. Se i disturbi del sonno tendono a cronicizzarsi si può andare incontro ad una serie di effetti collaterali, che innescano reazioni a catena. L’organismo non riesce più a rigenerarsi e questo provoca ulteriore stress e frustrazione. Un sonno ristoratore è essenziale per mantenere la salute generale del corpo e della mente, rafforzare il sistema immunitario e proteggere da diverse malattie.

Per evitare spiacevoli conseguenze, il consiglio è quello di agire in maniera tempestiva. Esistono medicinali e sostanze chimiche che aiutano a ripristinare il normale ritmo sonno-veglia, ma queste non sono affatto prive di effetti collaterali.

La soluzione può essere quella di provare l’olio di canapa. Vediamo insieme come assumerlo e i suoi effetti positivi sull’organismo.

 

Come funziona il CBD oil?

 

Se non avete mai sentito parlare del cannabidiolo o CBD olio continuate a leggere il nostro articolo. Vi parleremo di come, questa sostanza naturale, potrà aiutarvi a dormire meglio e sentirvi in forma e in salute.

Il CBD è uno dei principi attivi contenuti nella pianta di canapa sativa. L’altro componente maggiormente conosciuto è il THC. A differenza di quest’ultimo, il CBD non è psicoattivo, cioè non agisce sui recettori del cervello, non altera lo stato di coscienza e non provoca dipendenza.

Le sostanze contenute nel CBD oil vanno a legarsi ai recettori del nostro sistema endocannabinoide e lo regolano assicurandoci calma ed equilibrio. Gli effetti che sono stati riconosciuti all’olio di cannabis sono molteplici ed in particolare ha effetto:

• Analgesico;

• Calmante;

• Rilassante della muscolatura;

• Antispasmodico.

Molti studi scientifici ne provano l’efficacia: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28349316/ 

 

 CBD olio e disturbi del sonno

 

 

Se soffri già da tempo di disturbi del sonno è altamente probabile che tu stia assumendo farmaci e sonniferi per aiutarti a migliorare la situazione. Vediamo quali sono gli effetti cannabis e come l'olio di canapa può aiutarti a recuperare le energie e farti dormire meglio e confrontiamo questa sostanza naturale ai sonniferi classici.

 

Gli effetti collaterali di un sonno poco ristoratore sono molti. Inizialmente possiamo avvertire sonnolenza e scarsa energia durante il giorno, impossibilità a portare a termine compiti semplici, spossatezza e nervosismo. Ma gli effetti collaterali non finiscono qui e possono compromettere lo stato di salute generale della persona. Per questo motivo, si fa sempre più ricorso a medicinali per dormire meglio che però hanno il grande svantaggio di creare dipendenza e sarebbe utile, infatti, assumere tali sostanze solo per periodi di tempo molto limitati.

L’olio di CBD è al contrario un olio naturale privo di CBD effetti collaterali. Il cannabidiolo, legandosi ed interferendo con il nostro sistema endocannabinoide, lo regola agendo sulla qualità del sonno e agevolando la fase REM di sonno profondo. Le sostanze naturali contenute dell’olio di canapa riducono il dolore, aumentano la vitalità e combattono lo stress. L’assunzione di questa sostanza è consigliata anche a persone che hanno disturbi e dolori cronici. Si rivela essere risolutivo nei casi di disturbi del sonno legati a stress, ansia generalizzata e paure.

 

CBD olio e buone abitudini

 

Un sonno disturbato e poco ristoratore può avere diverse cause che andrebbero analizzate.

È sempre importante capire quali sono i motivi che ci inducono a non dormire bene, in modo da poter agire sul nostro stile di vita, cercando di migliorarlo e trasformare la nostra salute e le nostre abitudini giorno dopo giorno.

Vediamo alcuni suggerimenti che potrebbero essere di grande aiuto se soffri di disturbi del sonno:

• Uso di eccitanti. La caffeina e la teina sono sostanze eccitanti contenute nel caffè, nel tè e, in piccole quantità, anche nel cioccolato. Chi soffre di disturbi del sonno dovrebbe evitare di assumere sostanze eccitanti, soprattutto nella seconda parte della giornata. Un uso moderato è sicuramente consigliato.

• Fumo di sigaretta. Si sa fumare fa male! Il fumo di sigaretta non è solo nocivo per i nostri polmoni ma agisce negativamente anche sulla qualità del nostro sonno.

• Praticare sport. Lo sport è un toccasana per la nostra salute, ma non tutti sanno che un’attività fisica regolare e leggera aiuta a dormire meglio e a recuperare tutte le energie spese in una vita eccessivamente frenetica. L’ideale sarebbe praticare sport minimo tre volte alla settimana.

 

 

Come assumere l’olio CBD?

A questo punto e lecito domandarsi come si assume l’olio di canapa e come va dosato. Vediamolo insieme.

L’olio di cannabis ha la caratteristica di poter essere assunto da tutti e in maniera molto facile. Basta porre 2 o 3 gocce sotto la lingua. Bypassando la parete gastrica, l’effetto dell’olio di CBD assunto per via sublinguale è immediato.

Il dosaggio del cannabidiolo dipende dai sintomi e da quale effetto si vuole raggiungere. Per un effetto rilassante ed anti stress, in genere, possono essere sufficienti 1 o 2 gocce di CBD oil al 3%. Per contrastare il dolore cronico, si raccomandano da 4 a 6 gocce di olio CBD. Per ripristinare un corretto sonno, si assumono da 5 fino a 10 mg di olio. È possibile acquistare questo prodotto in un CBD shop online.

 

Stampa

miglior sito di scommesse