Premio internazionale di poesia Morano Calabro città d’arte

I vincitori della quarta edizione dedicata a Jack Kerouac
MORANO - Premio internazionale di poesia e letteratura “Jack Kerouac” – Morano Calabro città d’arte, sabato prossimo, alle 17.30, presso l’auditorium comunale dell’antico borgo del Pollino, la manifestazione conclusiva e la proclamazione dei vincitori. L’evento, giunto alla quarta edizione, tra i più rilevanti della programmazione estiva offerta dall’amministrazione De Bartolo, promosso dall’associazione “Orion”,

ottimamente guidata dal poeta locale Mario De Rosa, appone il sigillo sul lungo e certosino lavoro di raccolta, esame e valutazione delle numerose opere pervenute all’organizzazione e formalizza i vincitori conferendogli i meritati omaggi.

I premi, suddivisi per sezioni, saranno consegnati ai partecipanti dai giurati nonché dalle personalità del mondo della cultura, dal primo cittadino Nicolò De Bartolo e dall’assessore Emilia Zicari.

Ed eccoli i risultati ufficiali.

Sezione A – Poesia Inedita in lingua italiana a tema libero. Primo classificato, “Presagio di bellezza” di Maddalena Leali (Genova); secondo, “Il corso migliore” di Alessandra Cerminara (Crotone);

terzo, “La baia” di Alessandra Costantini (Milano). Seguono ben tredici diplomi di merito (ex aequo), tre d’onore e uno dedicato a un giovane autore.

Sezione B – Poesia Inedita in vernacolo a tema libero. Primo classificato, “Tra li pinseri e sèntisi natura” di Salvatore Gaglio (Santa Elisabetta – AG); secondo, “U migranti” di Paolo Rotella (Catanzaro); terzo, “Co’ te che vojo sta’ (a mio padre)” di Valerio D’Amato (Roma). Premio Speciale “L’Allegra Ribalta” a “A pizzu de abba” di Stefano Baldinu (San Pietro in Casale – BO). Quindi sette diplomi di merito (ex aequo) e quattro diplomi speciali.

Sezione C – Poesia a Tema “Jack Kerouac e la Beat Generation”. Primo classificato, “A Jack” di Mario Miller (Pomezia – RM); secondo, “Dietilammide-25” di Paolo Rotella (Catanzaro); terzo, “Go Jack Go!” di Dave Morgan (Bolton – UK). In più nove diplomi di merito (ex aequo).

Sezione D – Racconto Breve a tema libero. Primo classificato, “Ablehnung” di Francesco Principe (Castrolibero – CS); secondo, “Sibari, stazione di Sibari…” di Salvatore La Moglie (Amendolara – CS); terzo, “Origami” di Luigi Manca (Portotorres – SS). E si prosegue con otto diplomi di merito (ex aequo).

Sezione E – Libro edito di poesia. Primo classificato, “Cù Chulainn – Il mito del Mastino di Cullan” di Maurizio Donte (Pornassio – IM); secondo, “Sui gradini della notte” di Mario Prontera (Casarano – LE); terzo, “Cristalli” di Gina Dezi (Ascoli Piceno). Seguono: un premio della critica, otto diplomi di merito (ex aequo) e un diploma speciale.

Da segnalare, inoltre, il premio alla cultura “Una vita per l’arte”, attribuito alla memoria del compianto maestro Giuseppe Maria Maradei, prematuramente sottratto al territorio.

Compiaciuto dell’elevato numero delle opere in concorso e della loro qualità il padre ideatore dell’evento, Mario De Rosa. «Abbiamo avuto riscontri che hanno superato le nostre stesse aspettative», dichiara il poeta moranese. «Il mio grazie vada, pertanto, ai giurati, all’Amministrazione comunale, agli autori e a quanti hanno contribuito a vario titolo alla riuscita del Premio Morano Calabro città d’arte, dedicato quest’anno a Jack Kerouac».

«E’ il nostro modo di stare accanto e consentire alle intelligenze locali di pronunciarsi adeguatamente, esternando il loro potenziale, che non può e non deve restare nascosto», affermano il sindaco Nicolò De Bartolo e l’assessore Emilia Zicari. «Mediante la loro attività, per la quale tutto l’esecutivo esprime viva riconoscenza, oltre a promuovere la cultura, qui intesa nell’accezione più nobile, promuoviamo le nostre radici e sosteniamo i valori sani della libera e pacifica convivenza. Per quanto realizzato, la nostra gratitudine sincera al mentore del Premio, Mario De Rosa, e agli artisti che hanno scelto Morano per carezzarlo con i loro versi».
 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.