• Home
  • Notizie
  • Politica
  • Papasso: Iacobini impersona un populismo senza senso che non gli portera’ alcun frutto

Papasso: Iacobini impersona un populismo senza senso che non gli portera’ alcun frutto

CASSANO - Non mi affascina la politica al populismo senza senso che sta portando avanti il candidato a sindaco del centro destra Ivan Iacobini che continua una recita senza conoscere bene la parte. Tutti i disservizi che si stanno verificando sono stati procurati dai suoi amici che, all’alba del 3 novembre 2015, sono andati a firmare davanti al notaio gettando così Cassano nel degrado.

Naturalmente non abbiamo nulla contro il commissario prefettizio che stimiamo e a cui assicuriamo collaborazione.
Sono quegli stessi amici che oggi lui ha imbarcato nelle sue liste, offrendo agli elettori e alla città un governo di interessi, di ipocrisie e di poca lungimiranza politica.
Per quanto concerne la politica di investimento, lo ripetiamo, non volevamo e non vogliamo indebitare niente, volevamo solo utilizzare i risparmi derivanti dall’estinzione dei mutui, per un importo pari a circa 850.000 euro, ritenendo fondamentale realizzare il rinnovo della pavimentazione, dei sotto servizi a Via Guerrazzi (l’Insilicata), di Piazza Paglialunga e Corso Cavour, la raccolta delle acque bianche a Lauropoli, la sistemazione urbanistica di Via Sibari a Doria, l’Urbanizzazione del rione centro servizi di Sibari e la costruzione della palestra per i ragazzi di Sibari. Interventi necessari ed essenziali per garantire una migliore qualità della vita.
Per quanto concerne le tasse noi non abbiamo fatto pagare la tassa sulla prima casa, al contrario di quanto avveniva con l’amministrazione Gallo. Per quanto concerne l’acqua le bollette sono uguale a quelle di 10 anni fa, tranne che nella zona di Marina di Sibari dove un lieve aumento si è reso necessario per dare l’acqua potabile anche nelle case degli utenti. A proposito di Marina di Sibari ricordiamo a Iacobini il grosso debito che ammonta a circa quaranta milioni di euro pendente nei confronti del Consorzio Città del Mare e della società di gestione di Marina di Sibari per il mostruoso imbroglio combinato dall’amministrazione Gallo – Iacobini per la gestione del Villaggio. Che bella programmazione!!!
Per quanto concerne la TARI il ritocco è stato necessario per il nuovo sistema di calcolo imposto dalla legge. Avremmo dovuto aumentare a dismisura per applicare la nuova tariffa di conferimento imposta dal Governo Scopelliti che l’ha determinata con il sostegno del consigliere di maggioranza Gianluca Gallo. Noi non l’abbiamo applicata per tutelare le famiglie di Cassano assumendoci una grossa responsabilità. Quindi, basta con i facili e gli inutili populismi. Invitiamo, ancora una volta, Iacobini ad un pubblico confronto, oltretutto siamo desiderosi di chiedergli: come mai ha fatto realizzare il polifunzionale delle grotte, oggi inservibile, su una paleofrana ben conosciuta? Dobbiamo chiedere: perché ha dato il suo avvallo alla costruzione di quel cemento armato all’Arena Centrale spendendo circa un miliardo delle vecchie lire ora inservibile e perché è stata cementificata la villa comunale eliminando tutto il verde che la caratterizzava?
Cassano con l’Amministrazione Papasso aveva ripreso un cammino virtuoso. Il giudizio sull’operato dell’amministrazione Papasso è assolutamente favorevole dalla stragrande maggioranza dei cittadini di Cassano e da tanta gente dalla Provincia e dalla Regione.

Cassano all’Ionio, 22 aprile 2016

COMITATO PAPASSO SINDACO

Stampa Email