• Home
  • Notizie
  • Politica
  • SI ATTUI L'ORDINANZA DELCONSIGLIO DI STATO E SI RIATTIVI L'OSPEDALE DI TREBISACCE

SI ATTUI L'ORDINANZA DELCONSIGLIO DI STATO E SI RIATTIVI L'OSPEDALE DI TREBISACCE

Abbiamo deciso di concederci qualche giorno per commentare l'ordinanza del Consiglio di Stato n.1369/2021, con la quale si é stato imposto al commissario ad acta Urbani, di "assumere le proprie determinazioni in ordine al reperimento delle risorse finanziarie e" di fornire "riscontro mediante una relazione di aggiornamento da depositarsi, entro 30 giorni dalla comunicazione" della presente ordinanza, con riferimento alla riattivazione dell'ospedale Chidichimo di Trebisacce.

Abbiamo voluto concederci qualche giorno perché, come la stessa ordinanza ha avuto modo di sottolineare, il commissario é venuto meno più volte al mandato assegnatogli, e avremmo voluto scegliere bene le parole per esprimere un commento, senza far passare il pericoloso messaggio che finalmente la guardia può essere abbassata.
Fatta questa importantissima premessa, la quale dovrà accompagnare la politica tutta nel proseguio del percorso verso la riattivazione del nosocomio, possiamo considerarlo un passo avanti significativo. Siamo soddisfatti perché il Consiglio di Stato, con questa ordinanza, nell'ammonire il Commissario sui ritardi nell'espletamento del suo mandato, si é espressa, potremmo assolutamente dire, con le stesse parole, cariche di significato, che ogni cittadino dell'Alto Jonio avrebbe usato nel denunciare la situazione sanitaria del nostro territorio.
Il Consiglio ha parlato di "sequela di inerzie ed elusioni", e di "allarmante rappresentazione di un’area del territorio nazionale sprovvista della vitale garanzia della primaria assistenza sanitaria, quella ai più tempestivi interventi di urgenza – emergenza". L'ordinanza dice però anche una cosa che ci piace considerare come un gesto di solidarietà. Essa dice:"Tanto a circa sei anni dalla pronuncia di questo Consiglio, che ha messo a fuoco il vulnus così inferto agli standard sanitari essenziali e la conseguente mortificazione del diritto alla salute degli abitanti del Comune di Trebisacce e del relativo distretto". Sono parole che non possiamo che accogliere con piacere. Finalmente, dopo anni di attesa, questo riconoscimento ci rincuora.
Auspichiamo quindi che il Commissario Urbani dia seguito a quando imposto dall'Ordinanza, e che finalmente, questa sia la volta buona per segnare un deciso passo in avanti nella, in primis, celere ricostituzione di un primo soccorso e di emergenza efficiente e , in secundis, di una completa riattivazione della totalità dei reparti programmati.
Il ritardo accumulato é ormai divenuto un indelebile segno distintivo nella vita dei cittadini dell'Alto Jonio. Festeggiamo assieme questo passo avanti, ma avendo memoria di anni di promesse disattese e di fiducie tradite.
Italia Del Meridione vigilerà sull'attuazione dell'ordinanza, e pronta a denunciare con ogni mezzo ed in ogni sede qualsiasi altro ritardo.

Andrea Renne,
Idm Amendolara
Direzione provinciale Cosenza 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.