Amendolara: Gal Sibaritide, in arrivo nuove risorse

ALTO JONIO - Gal-Sibaritide: pubblicati, con decorrenza 30 giugno 2020, 2 nuovi Bandi destinati agli imprenditori agricoli ed economici le cui aziende agricole e turistiche gravitano nella vasta area che va da Rocca Imperiale fino a Cariati. Si tratta, come è noto, dei 20 Comuni disseminati lungo la costa e nelle aree interne dello Jonio che un tempo facevano parte del “Gal Alto Jonio” e del “Gal Sila Greca – Basso Jonio” che, 

attraverso la fusione imposta dalla normativa vigente, hanno dato vita ad una realtà più vasta e più popolosa che è il “Gal Sibaritide” che ha la sua Sede Legale in via Falabella 1 nella Marina di Amendolara e la Sede Operativa in via F. Gullo a Calopezzati Marina. Il primo Intervento, il 4.1.1/A, è desinato alle Aree Interne per “Investimenti nelle aziende agricole per produzioni tipiche non comprese nei marchi di tutela”. Il secondo Intervento 4.2.1/A, sempre per le Aree Interne, co-finanzia “Investimenti per la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli”. Per entrambi i Bandi la scadenza per la presentazione delle domande di sostegno scade il 30 settembre 2020. Il Gal Sibaritide (presidente Antonio Pomillo, vice-presidente Ranieri Filippelli, direttore tecnico Franco Durso), oltre a pubblicare sulla propria pagina web i due nuovi Bandi invitando gli interessati a produrre istanza di sostegno, ha pubblicato la graduatoria definitiva di accesso all'Intervento 4.1.1 relativo ad "Investimenti nelle aziende agricole per produzioni tipiche non comprese nei marchi di tutela". Si tratta di operatori agricoli ed economici che avevano prodotto l’istanza e la documentazione necessaria per l’accesso alle risorse comunitarie. Complessivamente, a seguito del “Parere di Coerenza Programmatica” rilasciato dall’Autorità di Gestione del Dipartimento Agricoltura e Risorse Agro-Alimentari della Regione Calabria diretto dal dr. Giacomo Giovinazzo, sono stati ammessi a finanziamento 19 imprenditori agricoli ed economici dell’Alto Jonio, del Basso Jonio e della Sibaritide, ai quali è stato destinato il 50% dell’investimento, con somme pro-capite che vanno da 10.647,18 euro a 30.000,00 euro, per un totale di 476.789,45 euro.
Pino La Rocca  

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.