Cassano: la Commissione replica a diffida utente dei Laghi


La Commissione Straordinaria del Comune di Cassano All’Ionio, replica a quelle che definisce “insinuazioni” di un utente dei Laghi di Sibari, residente a Roma, relativamente alla questione del ripristino della officiosità idraulica e navigabilità del Canale degli Stombi, che il 18 giugno scorso, aveva presentato un “atto di invito e diffida” alla Procura della Repubblica di Castrovillari, al Ministro dell’Interno, al Prefetto di Cosenza e alla Capitaneria di Porto di Corigliano.

 La Commissione nella comunicazione indirizzata all’autore della diffida e per conoscenza a tutti gli attori coinvolti, respinge integralmente quanto dedotto nell’”atto di invito e diffida”, sottolineando che il contenuto della missiva in argomento è privo di fondamento giuridico e fattuale. Le espressioni da Lei rivolte non trovano alcun oggettivo riscontro nei puntuali provvedimenti posti in essere dalla Commissione Straordinaria (dal momento del suo insediamento) e dagli Uffici tecnici del Comune di Cassano All’Ionio. Ai sensi delle vigenti normative, si legge nell’atto di replica, non appare chiaro neanche quale possa essere il Suo specifico interesse ad azionare strumenti di diffida ad adempiere , attesa la presenza di Enti esponenziali degli interessi dei proprietari, che sono perfettamente a conoscenza di quanto posto in essere dall’Amministrazione Comunale di Cassano All’Ionio, avendo partecipato a numerosi incontri e tavoli tecnici presso la Regione Calabria, e che stanno attivamente contribuendo alla risoluzione del problema della navigabilità ed officiosità idraulica del Canale Stombi, che contrariamente a quanto da Lei asserito, risultava irrisolto da molti anni e solo adesso, con l’intervento di questa gestione straordinaria, sta trovando definitiva soluzione. Con buon senso, dette attività, recita la risposta della Commissione Straordinaria, sono state poste in essere da Funzionari dello Stato, incaricati di gestire l’Ente comunale ai sensi del D.P.R. 24 novembre 2017, in quanto condizionato dalla criminalità organizzata, circostanza fattuale minimamente da Lei considerata, nell’assai discutibile e ridicolo “atto di diffida” da Lei prodotto. E’ appena il caso di soggiungere che, si legge, infine nella replica sottoscritta dai Commissari Mario Muccio, Roberto Pacchiarotti e Rita Guida, per dare il più compiuto e coerente seguito a quanto previsto dalla Legge Regionale Calabria 3 agosto 2018, n. 32, su iniziativa di questa Amministrazione, si costituirà un apposito “Consorzio di gestione dei Laghi di Sibari, con finalità di realizzare e gestire l’attività di dragaggio e pulizia degli argini e delle rive, assicurando l’officiosità idraulica del Canale degli Stombi e promuovendo specifiche iniziative per la promozione e la valorizzazione dei Laghi, fra cui la partecipazione ad eventi in Italia e all’estero”.
Lì, 12.07.2019
                                                  Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni -
 

Stampa Email