Cassano: vertenza Lsu-Lpu, concertazione tra la Commissione e le OO.SS.


Per fare il punto della situazione riguardante la stabilizzazione dei circa 80 Lsu-Lpu in forza presso il Comune di Cassano All’Ionio, che nei giorni scorsi avevano proclamato lo stato di agitazione e una giornata di sciopero da tenersi nella prima decade di giugno, ha avuto luogo negli ambienti del Palazzo di Città, un tavolo di concertazione tra la Commissione Straordinaria, rappresentata nell’occasione dal vice prefetto Roberto Pacchiarotti e dalla dirigente di prefettura, Rita Guida, con le rappresentanze sindacali della funzione pubblica e della RSU dei lavoratori precari. 

Obiettivo dell’incontro: individuare termini e modi per chiudere l’annosa vertenza. Nel corso del confronto, Vincenzo Casciaro per la Cgil, Benedetto Di Iacovo per la Confial e Lanciano per la Cisl, nel loro argomentare hanno messo in campo le loro proposte per scrivere la parola fine al longevo stato di precariato che interessa i lavoratori, le loro famiglie e l’intera comunità cassanese. Come modello da seguire, i sindacati hanno indicato quello già adottato da Reggio Calabria e Corigliano-Rossano. Per la parte pubblica, il segretario generale dell’ente, Antonio Fasanella e i Commissari Pacchiarotti e Guida, hanno riferito in merito alle azioni dell’amministrazione straordinaria per procedere, per quanto tecnicamente possibile e fattibile, in tempi ragionevolmente brevi, con la stabilizzazione dei lavoratori. L’occasione, è servita anche per ribadire alle organizzazioni sindacali a cura del segretario Fasanella, che non c’è stato alcun atteggiamento antisindacale da parte della Commissione Straordinaria circa la mancata partecipazione all’incontro in prefettura per un mero disguido tecnico di convocazione. Nel confronto, è stato, altresì chiarito che le risorse utilizzate per quelle che, erroneamente, è stata definita "esternalizzazione", non vanno a intaccare il fondo dei dipendenti perché riguardano la spesa corrente dell'ente. Al termine dei lavori, le organizzazioni sindacali intervenute di concerto con la Rsu, preso atto della positiva volontà espressa dalla Commissione Straordinaria di addivenire a una soluzione che possa tranquillizzare i lavoratori precari del comune, hanno deciso di sospendere sia lo stato di agitazione, sia la giornata di sciopero che era stata proclamata per la data del 7 giugno prossimo.
Lì, 24.05.2019 Il Capo Ufficio Stampa - Mimmo Petroni -

 

Stampa Email