Villapiana: la società civile si prepara alle Amministrative


 La società civile, così come del resto i partiti politici, si mobilita in vista delle Amministrative del prossimo mese di maggio. E, per interpretare e portare a sintesi le istanze dei cittadini, si lavora alla costituzione in un Comitato Cittadino che, al momento, non ha un nome specifico e non è strutturato al suo interno, ma lo sarà a seguito di ulteriori incontri, anche perché pare che l’iniziativa intrapresa abbia riscontrato l’attenzione di moltissimi liberi cittadini, di associazioni e di operatori economici. 

Gli incontri preparatori, oltre all’interesse della società civile, hanno riscontrato anche l’attenzione dei partiti politici che, sulla base di quanto sta avvenendo a livello nazionale, hanno capito che la politica non può e non deve essere monopolio dei partiti. Incoraggiati dalle attenzioni riscontrate finora, chi lavora alla costituzione del suddetto Comitato Civico ha diramato la seguente nota-stampa attraverso la quale delinea l’identikit del Comitato e ne definisce gli obiettivi. «Si tratta di un Comitato Cittadino libero, democratico, spontaneo, autonomo, pluralista, senza scopo di lucro, apolitico, non assistito e con scopi di solidarietà ed utilità sociale, orientato a migliorare la qualità della vita dei cittadini nell'ambito del territorio di Villapiana. Per tali motivi e non potrebbe essere altrimenti, all'interno del Comitato - si legge ancora - non ci sono primogeniture, protagonismi e leader precostituiti, cosi come non ci sono neanche steccati ideologici, pregiudizi ed preclusioni di sorta. Le finalità del Comitato Cittadino sono rivolte a garantire a chi risiede nel nostro comune assistenza e pari opportunità, sulla base del rispetto reciproco e nella piena difesa dell'altrui libertà di pensiero e di religione. Il Comitato, quindi, per il raggiungimento di detto scopo sociale, espleterà diverse attività, tra cui quelle di aggregazione ed integrazione, coesione e solidarietà, di sicurezza, di legalità e antimafia, di promozione del senso civico e contrasto del degrado, nonché di miglioramento della qualità della vita e tutela dell’ambiente. A tal fine, il Comitato organizzerà varie iniziative culturali e sociali, agendo anche attraverso campagne di sensibilizzazione dell'opinione pubblica ed interfacciandosi con tutti gli Organi Istituzionali e locali che abbiano il potere di intervenire in maniera diretta od indiretta a garanzia e tutela di tutti i cittadini. Ciò posto, in questa sede, ci preme evidenziare che solo il Direttivo del Comitato, quale organo decisionale ed esecutivo, si occuperà di avere rapporti con i terzi e, di conseguenza, ogni altra informazione che non provenga direttamente dal Direttivo, come quella apparsa negli ultimi giorni sulla stampa locale, è da ritenersi infondata e non riconducibile alla volontà del Comitato stesso che se ne discosta fermamente sin da ora. Infine, ma non per importanza, si rammenta che l'adesione al Comitato è libera, si chiede solo di portare se stessi, gli amici, i conoscenti e chiunque voglia esprimere le proprie idee ed i propri valori, mettendosi in gioco per decidere liberamente del proprio futuro. Le persone che oggi ne fanno parte provengono, anche, da associazioni già costituite, movimenti e partiti politici, per cui l’adesione al comitato non è condizionata da altre appartenenze, anzi rafforza lo scopo fondamentale di essa che è l’aggregazione di una cittadinanza che anche con sensibilità diverse ha la volontà di confrontarsi e dialogare sulle esigenze del territorio di Villapiana».
Pino La Rocca

Stampa Email