• Home
  • Notizie
  • Politica
  • Cassano: Garofalo "un errore l'atto di impulso per la fusione con Corigliano e Rossano"

Cassano: Garofalo "un errore l'atto di impulso per la fusione con Corigliano e Rossano"

Nell’ultimo Consiglio Comunale del 30 gennaio 2017, indetto per discutere dell’atto di impulso per la fusione con Corigliano e Rossano, e dove è stato approvato l’atto deliberativo dopo un lungo ed estenuante dibattito durato più di 4 ore, mi chiedo ancora oggi quale sia stato il senso della seduta consiliare e la conclusione. Il mio intervento tenuto durante il consiglio, infatti, ha evidenziato e messo in luce già le falle che questa proposta, portata avanti dal Sindaco erano evidenti. 

L’idea partita male già dal principio, dato che, non c’erano le condizioni per raggiungere tale obiettivo, ossia una fusione quella tra Corigliano e Rossano andata avanti da tempo e che già approdata in Consiglio Regionale e pronta per il voto referendario. Il voler creare la città di Sibari, se questo deve essere realizzato, si deve partire non in quarta, ma possibilmente con la retro marcia; quello che voglio dire è che non ci possiamo alzare la mattina dopo aver fatto sogni utopistici e piazzarli come ordine del giorno. Bisogna cercare di vedere e sentire se la proposta fatta in questione, sia pronta per l’iter, incominciando dalla nostra comunità, sul modo di operare tale apertura attraverso relazioni ad ampio raggio, per poter capire se Cassano, e parlo di tutto il comprensorio, sia pronto per tale scelta e da qui partire per arrivare alla grande Sibari. Infatti, la bocciatura è arrivata persino dal comune di Villapiana ,che dopo una documentata e affermata discussione in Consiglio , non hanno preso in considerazione l’ approvazione di questo atto d’impulso, anzi hanno potenziato l’idea di voler intraprendere un discorso diverso.
L’entusiasmo di alcuni si è spento con i fatti e si è chiusa definitivamente dopo solo una settimana dal Consiglio Comunale con un incontro organizzato dal Sindaco Papasso. Incontro, dove erano presenti,i Sindaci di Corigliano ,Rossano e Villapiana. La risposta che non ha lasciato speranze è stata quella del Sindaco di Rossano, Stefano Mascaro,protagonista cardine della scena, che dopo avere espresso elogio sull’iniziativa del Sindaco Papasso ,ha messo subito in evidenzia che le popolazioni di Rossano e Corigliano ,sono ormai arrivati al voto referendario e fermare il processo sarebbe fuori luogo. Insomma, si è conclusa tempestivamente la fase che ha portato persino a scrivere diversi comunicati stampa, con cui si asseriva addirittura che era imminente la costruzione della grande città di Sibari, prima ancora aver discusso con chi da anni ha voluto portare avanti l’idea della fusione Corigliano – Rossano. Ritengo, dal mio punto di vista, che sia opportuno e doveroso aprire un dibattito nella nostra città, serio e rispettoso, coinvolgendo tutti indistintamente, Cittadini, Associazioni, Organizzazioni Sindacali, Clero e Politica tutta. Credo, che tutti coloro che hanno una buona dose di volontà vogliono far crescere il territorio; un comprensorio che tutti conosciamo e sono sicuro che tutti amiamo; creare un’alternativa valida, senza ipotizzare e iniziando un confronto costruttivo guardando verso la città di Castrovillari e i Comuni dell’Alto Ionio, legando cosi il Pollino all’intera sibaritide . In questo modo, si può partire con una base per creare davvero i presupposti di centralità della sibaritide.
Cassano Ionio 13/02/2017
Luigi Garofalo
Capogruppo Cassano Democratica  

 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.