Provincia: approvato definitivamente il Bilancio di Previsione 2016

Il Consiglio Provinciale ha approvato definitivamente il bilancio di previsione 2016, ultimo atto per completare l’iter che ha avuto nel parere dell’Assemblea dei Sindaci, espresso all’unanimità dei Sindaci presenti con una percentuale di quasi il 62%, un passaggio storico nella vita dell’Ente. 

Approvati anche il Piano di Dimensionamento Scolastico, il Regolamento per la concessione di Punti di Ristoro, il Regolamento per la concessione in uso delle palestre annesse agli Istituti Scolastici e il Documento Generale per l’adozione del Piano Triennale per la prevenzione della corruzione 2017-2019.

Nel corso dei lavori è anche giunta la notizia che il TAR Calabria ha dichiarato inammissibile il ricorso dell’ex Presidente Occhiuto contro l’insediamento del Consigliere Anziano.
Nel merito dell’intensa e proficua seduta di Consiglio, il Presidente Graziano Di Natale ha dichiarato: «Abbiamo iniziato un processo virtuoso che dobbiamo necessariamente portare avanti, poiché dopo l’approvazione del bilancio è adesso necessario garantire che la Provincia cammini spedita rispetto alle sue funzioni fondamentali. Per fare questo ci atterremo scrupolosamente a quanto la legge ci impone, ma soprattutto ho intenzione di coinvolgere tutti i Sindaci e gli Amministratori comunali che con la loro partecipazione all’ultima Assemblea hanno dato impulso alla nuova fase della Provincia di Cosenza. È da lì che bisogna ripartire, nel solco di quanto abbiamo realizzato in questi mesi. Il processo di cambiamento non può arrestarsi».
Preliminarmente all’approvazione del Bilancio, l’Assise ha preso atto della definizione di massima di tre vertenze con atto transattivo (Cupello, Edil Pirillo e Pistocchio e Forte), cui era subordinato il parere favorevole dei Revisori dei Conti.
Il Consiglio Provinciale ha quindi deliberato con dieci voti favorevoli e un’astensione (Cons. Lamboglia Pasquale) l’adozione del Piano di Dimensionamento Scolastico per l’anno 2017/2018, che rappresenta l’atto di programmazione della rete scolastica e dell’offerta formativa sul territorio provinciale in relazione alle scuole di competenza dell’Ente e sulla base degli indirizzi regionali. Sul punto ha relazionato il Consigliere delegato Franco Pascarelli, il quale ha dato atto che per la stesura del Piano la Provincia ha dato priorità a quegli Istituti che, per numero di iscritti, risultavano sottodimensionati e perdenti l’autonomia scolastica e che « Il confronto con i soggetti coinvolti è stato ampio e articolato attraverso numerosi incontri; proficua inoltre la collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale».
Gli Istituti Superiori soggetti ad accorpamento sono stati sei cosi suddivisi : l’IIS di Bisignano è stato accorpato al IIS Pezzullo di Cosenza; L’Istituto “Mattei” di Castrovillari è stato accorpato all’IIS ITC- ITG di Castrovillari; L’istituto Da Vinci di Castrovillari è stato accorpato all’IIS Garibaldi di Castrovillari; e in ultimo, l’IIS De Seta di Fuscaldo è stato accorpato all’IIS di Cetraro.
Accolte inoltre all’unanimità due proposte: l’attivazione di una classe prima L.S. Cariati presso la sede di Crosia, proposta dal Cons. Antonio Russo; l’uscita di Piane Crate dall’Istituto Comprensivo di Aprigliano e suo accorpamento all’I.C. di Mangone, proposta dal Cons. Aldo Figliuzzi.
È stata ridisegnata, infine, la filiera formativa tecnico-professionale, per renderla più adeguata ai profili professionali richiesti dal mercato del lavoro locale. L’ampio confronto ha portato circa 18 Istituti Scolastici superiori a presentare richieste di nuovi indirizzi e corsi serali, proposte che sono state per la maggior parte accolte al fine di implementare il raccordo tra scuola e lavoro.
 

 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.