Trebisacce: convegno su interazione tra ambiente e salute

 La complessa interazione tra l’ambiente e la salute è stata al centro di un importante convegno medico-scientifico organizzato a Trebisacce dall’A.M.E.G.A.T. con il patrocinio dell’Ordine Provinciale dei geologi per discutere del ruolo dell’ambiente e degli agenti inquinanti come cause rilevanti di molte patologie.

Ad aprire l’incontro è stata la Geologa Rosanna Moretti, presidente dell’Amegeat-Calabria, che ha sottolineato l’importanza di tener conto del fatto che salute e ambiente camminano insieme e che, rispetto a determinate patologie, sono largamente comprovate le interazione tra la salubrità dei luoghi, una corretta alimentazione e corretti stili di vita. La Moretti ha parlato di metalli pesanti e degli effetti sulla salute, comprovati da alcune ricerche che sembrano dimostrare, per esempio, la stretta correlazione tra assunzione cronica di alluminio e sviluppo di gravi malattie neurodegenerative. Si è quindi soffermata sull’incidenza delle patologie neoplastiche a causa delle ferriti di zinco sotterrate nei territori di Cassano, Francavilla e Cerchiara (solo a distanza di diversi anni bonificati - n.d.c.) e la necessità di istituire un registro tumori in questi comuni. A seguire sono intervenuti il Primario Chirurgo Antonino Iannello, il vice-presidente dell’A.ME.GE.A.T. Calabria, il Sindaco di Trebisacce Franco Mundo e il presidente del consiglio Saverio La Regina e a seguire il presidente dell’Ordine Provinciale dei Medici Eugenio Corcioni, il Geologo Carmine Apollaro dell’Unical, il Priamrio Ferdinando Laghi dell’Associazione Medici per l’Ambiente ISDE-Italia, il dott. Pierluigi Aragona direttore della Cardiologia di Trebisacce, il dott. Franco Iuliano direttore di Oncologia a Rossano, l’ing. Lucia Imbrogno, funzionario del Servizio Radiazioni e Rumore dell’ARPACAL e Mino Cervellera, Comandante della Stazione del CFS di Cerchiara. In rappresentanza della politica regionale erano presenti e sono intervenuti i consiglieri regionali Franco Sergio e Mimmo Bevacqua. Hanno chiuso i lavori l’ing. Francesca Tarsia, dirigente del Servizio Radiazione e Rumore dell’Arpacal di Cosenza e la Geologa Rosanna Moretti presidente dell’A.ME.GE.A.T Calabria. Tutti gli intervenuti nel dibattito hanno confermato, sotto diverse angolazioni, il fatto che un ambiente pulito è fondamentale per la salute e il benessere umano.
Pino La Rocca

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.