Castrovillari: discarica di Campolescio e richiesta Tavolo Tecnico

Il Sindaco Lo Polito e l'Assessore Pace con proprie dichiarazioni precisano alla Coldiretti
“Nonostante quanto sostenga la Coldiretti circa la questione della Discarica di Campolescio in agro di Castrovillari in merito al fatto che il primo cittadino non abbia mantenuto l’impegno di convocare il Tavolo per il sito e che sfugge alle richieste, dobbiamo precisare che il Sindaco il 4 marzo scorso, come riporta una sua missiva al Prefetto, ha già presentato , per iscritto, la richiesta che l’apposito Tavolo si tenga presso l’Ufficio Territoriale del Governo a garanzia di tutte le parti,

stante il paventato rischio d’infiltrazioni criminali e perchè l’Amministrazione vuole essere limpida e trasparente oltre che coinvolgere i massimi livelli di tutela della legalità , dando immediatamente, così, per quanto di competenza, la disponibilità del Comune a partecipare al fine di trovare la soluzione migliore. Tanto, poi, è stato comunicato, per ben due volte, al “Comitato di Cammarata contro la riapertura della discarica di Campolescio”, tra cui figura anche la Coldiretti.
Tutelare l’area, il lavoro e le produzioni, poi sono state le prime preoccupazione di questa Amministrazione che si è posta la necessità di mettere in sicurezza il sito a salvaguardia della salute e dell’esistente , rispondendo ad una precisa prescrizione europea dopo che l’area era senza protezione da ben 13 anni.
Questi lavori, insieme con una serie di continue ispezioni e controlli da parte di tutti i soggetti preposti, testimoniano la bontà dell’opera che si sta realizzando sotto le precise indicazioni della Regione e degli Uffici competenti.
L’Amministrazione, comunque, come ribadito più volte, è pronta a tombare la discarica a fronte del reperimento di 800mila euro di spesa non disponibili attualmente.
Tutto ciò ribadisce l’impegno in atto che sicuramente ha bisogno di tutti per uaa soluzione che si vuole dare, consapevoli che da sempre, e sin dal primo momento, intenzione dell’Amministrazione è dare uno sviluppo sostenibile all’esistente nel rispetto dell’ambiente ma anche delle municipalità limitrofe, certi che questioni del genere non possono che essere risolte con il coinvolgimento di tutti i soggetti e nel rispetto di questi, espressioni di capacità, caratterialità e specificità di partecipazione alla crescita del Territorio e delle sue vocazioni.”
15 marzo 2016
L’Assessore All’Ambiente Il Sindaco
f.to Pasquale Pace f.to Domenico Lo Polito

Stampa Email