La fotonotizia | Ce(s)to socio-politico


«Mi piego ma non mi spezzo» sembra voler “dire” il povero cesto appeso all’apposito paletto sul lungomare di Schiavonea, a Corigliano Calabro. Comunque sia, l’immagine è una delle tante, tantissime d’una simbologia dalla casistica ormai infinita del degrado urbano - e sociale in un tutt’uno - che avvolge in una stretta morsa l’intera città jonica nel suo lungo e nel suo largo. E che non accenna alla benché minima battuta d’arresto.


L’inciviltà di tanti cittadini va a tristi nozze coi cattivi esempi provenienti sui più disparati fronti da parte degli amministratori e dei politici locali. L’altra parte dei cittadini - l’indebitamente detta “società civile” - ormai da tempo sembra del tutto assuefatta e non reagisce più a nulla. Parole tante e comunicati stampa a iosa su ogni materia dello scibile umano da parte d’associazioni sovente interessate soltanto a tornaconti di mera vanagloria politica. Per il resto nulla, il grande nulla...


Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.