Cassano | Femotet, operai sul piede di guerra


Ieri assemblea con la Cgil sui salari e la loro sicurezza

Nella mattinata di ieri i lavoratori della “Femotet Spa”, l’impresa affidataria del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani nel comune di Cassano Jonio, hanno partecipato a un’assemblea sindacale indetta dalla locale Camera dell lavoro della Cgil.


L’assemblea s’è dovuta svolgere davanti alla sede “Femotet” di Via Castrovillari, dal momento che i responsabili della stessa impresa hanno tenuto i cancelli chiusi. Presenti il segretario comprensoriale della categoria Funzione pubblica, Franco Spingola (foto), il segretario comprensoriale generale, Angelo Sposato, e il responsabile della Camera del lavoro cassanese, Vincenzo Casciaro, i lavoratori hanno fatto il punto sul mancato rispetto dei termini contrattuali. Alla “Femotet Spa” si contesta la scarsa puntualità nei pagamenti e la mancanza degli standard di sicurezza sui luogo di lavoro, coi lavoratori spesso costretti ad operare in condizioni pericolosissime, con automezzi ormai datati e con freni e  pneumatici consumati.
Le richieste avanzate nei mesi scorsi non sono state soddisfatte, nonostante le continue sollecitazioni, e dunque sono culminate verso questo nuovo stato d’agitazione sindacale da parte dei lavoratori che ora sono sul piede di guerra. Impegnato nella vertenza pure il sindaco, Gianni Papasso.

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.