Cassano: il Comune aderisce al Progetto “Re.Se.Gi.Ter"

Il Comune di Cassano all’ionio aderisce al Progetto “Re.Se.Gi.Ter” rete per servizi di Giustizia sul territorio – Front Office prototipale portato avanti dal settore 1 della Regione Calabria che prevede la sperimentazione di un percorso formativo e di accompagnamento per l’accesso ai Servizi di Giustizia in sede decentrata da realizzarsi presso alcuni comuni della Calabria e in particolare presso quello di Cassano, con il coinvolgimento del Tribunale/ Procura di Castrovillari e dell’ASP di Cosenza in qualità di enti pilota.


Il Responsabile del Procedimento, che avrà la durata di 8 mesi, è l’ing. Francesco Mercuri.
Il Progetto, inserito nell’asse VII Capacità istituzionale, ha come obiettivo specifico il rafforzamento della capacità istituzione e dei sistemi dell'implementazione delle politiche e dei programmi e come obiettivo operativo il potenziare e qualificare le competenze della Pubblica Amministrazione regionale in materia di comunicazione, trasparenza e legalità.
Il progetto avrà avvio con fondi a Valere sull’Asse VII del POR Calabria FSE 2007/2013 – Capitolo 1204101 per un importo pari a euro 270.000,00.
“Il Progetto” ha detto il Sindaco di Cassano all’Ionio, Giovanni Papasso “ha evidenziato le potenzialità derivanti da un’apertura del sistema giustizia ai concreti bisogni della popolazione”.
Questo aspetto è evidente anche negli studi che si occupano dell’impatto che la realizzazione di sportelli front office presso i Tribunali hanno sulla qualità del sistema giustizia oltre che sulla percezione di efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa da parte della popolazione”.
Da ciò nasce Re. Se. Gi. Ter che è volto a migliorare le prestazioni del sistema Giustizia sul territorio.
“Il progetto” dice ancora il Sindaco Papasso “risponde ad una finalità sociale poiché pone i cittadini al centro, per poter consentire loro di accedere a servizi di giustizia, in genere in situazioni delicate”.
I servizi di front office riguarderanno persone e successioni, famiglia, relativi a procedimenti per il trasferimento di proprietà di beni immobili o in ordine ai procedimenti relativi alla tutela curatele ecc.
“Un intervento simile” ha commentato ancora il primo cittadino “favorirà il processo di adattamento delle realtà locali alla nuova geografia dei servizi giudiziari”.
Il primo cittadino cassanese si è complimentato con il dottor Luigi Zinno, della Regione Calabria per l’idea progettuale messa in cantiere che consentirà di snellire notevolmente gli iter giudiziari, già resi difficili dal riordino della geografia giudiziaria. Inoltre Giovanni Papasso ha formulato i complimenti alla presidente del Tribunale di Castrovillari, Caterina Chiaravalloti, per la disponibilità dimostrata verso l’ente comunale e l’apertura sinergica ed istituzionale messa in cantiere con il sindaco stesso e gli enti regionali.
I risultati prodotti consentiranno la riutilizzabilità e replicabilità del progetto presso altri enti locali producendo clima favorevole in ambito dell’attività dello stesso tribunale presso altri comuni.
Il progetto ha come scopo lo snellimento di procedure giudiziarie che non hanno necessità di essere seguite da un legale. Presso i Comuni interessati verranno istituiti appositi sportelli, con personale specializzato,  a servizio delle popolazioni per rendere ai cittadini più agevole l’informazione e l’iter procedurale delle pratiche.
Cassano all’Ionio, 18 agosto 2015

Portavoce del Sindaco

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.