Acquaformosa: il Comune stampa e distribuisce maglietta contro Salvini

Una maglietta di denuncia perché Salvini «è 'nu tamarru». E' questa la frase scritta sulla maglietta rossa fatta stampare dal comune di Acquaformosa come protesta alle parole del leader della Lega Nord Matteo Salvini, che aveva attaccato il Festival delle migrazioni definendolo «una cazzata» e avanzando anche sospetti sull'eventuale utilizzo di fondi pubblici per l'organizzazione dell'evento. 

Un attacco che non è andato giù all'assessore all'Accoglienza del Comune, Giovanni Manoccio, che ha spiegato così la singolare iniziativa: «E' una maglietta di denuncia e il concerto dei 99 Posse, previsto per il prossimo 23 agosto al Festival di Acquaformosa, è lo scenario in cui avverrà tutto ciò. Faremo una pernacchia a Salvini. Le magliette saranno vendute in quell'occasione e il ricavato andrà alle popolazioni di Rossano e Corigliano, colpite dal violento nubifragio dello scorso 12 agosto». L'assessore, anche ex sindaco del paese deleghistizzato e simbolo dell'integrazione, va oltre: «Mentre Salvini offende la dignità dei migranti e di tutto il settore della solidarietà, noi continuiamo a credere in un mondo dove a ognuno non può essere negato il diritto a un'esistenza migliore».

Giacinto De Pasquale

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.