Vietato parlare di coronavirus, perciò ridateci la nostra vita

Carissimo Direttore, stamattina, mentre sorseggiavo il mio caffè, ho finalmente letto una bella notizia. In un bar di Roma, la proprietaria ha deciso di affiggere dei cartelli su cui si legge la scritta “VIETATO PARLARE DI CORONAVIRUS”, allo scopo di spronare i suoi clienti a godersi la pausa caffè, lasciando da parte tutta la negatività che nell’ultimo periodo ci portiamo tutti un po’ dietro. 

E allora ho pensato, non sarebbe un’iniziativa fantastica da seguire anche nella nostra città (quando i bar riapriranno, ovviamente)? I nostri hater diranno che si tratti di negazionismo, o di un atto di “leggerezza”, tipico di quei giovani “frivoli e superficiali”. LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.