Laino Borgo alla BIT per realizzare un progetto integrato di turismo sostenibile


Nuova brochure istituzionale che racconta i punti di forza di un territorio che si lascia conoscere attraverso la natura, la sua religiosità, la cultura, le identità alimentari. 

Affacciarsi sulla scena internazionale del turismo puntando alla promozione di un contesto naturale e culturale di grande rilievo che fa dell'identità il filo conduttore di una proposta d'accoglienza di grande respiro.

 Laino Borgo ha inteso partecipare alla Borsa Internazionale del Turismo in corso a Milano fino a domani 11 febbraio promuovendo il territorio con i suoi operatori turistici e realizzando per l'occasione una nuova brochure istituzionale che mette in luce i punti di forza del borgo e del contesto naturale entro cui si inserisce. 
 
Il fiume Lao con le sue rapide avvincenti, l'archeologia con le recenti scoperte dell'antica città di Laos, la Giudaica che trasforma Laino Borgo nella Gerusalemme di Calabria e il Santuario delle Cappelle come spazio di religiosità e preghiera in grado di affascinare il visitatore e poi ancora il Palio dei Ciucci la gara amatoriale sugli asini tra i rioni del paese, e la granfondo dei Bruzi per gli amanti delle ruote grasse; ma anche le identità alimentari del fagiolo poverello bianco e dell'aglio sono gli attrattori territoriali che l'amministrazione comunale guidata da Mariangelina Russo ha messo in campo per presentare la varietà di offerta esperienziale che il viaggiatore può vivere scegliendo Laino Borgo come meta di vacanza. 
 
«La volontà della nostra amministrazione - ha spiegato il Sindaco Russo - è quella di presentarci nella vetrina internazionale della Bit 2020 dialogando con gli operatori di settore, la stampa specializzata e i buyers, all'interno della grande aggregazione pubblico privata di Borghi Mediterranei, per illustrare le potenzialità di Laino Borgo rispetto alle nuove tendenze del turismo esperienziale. La forza della nostra comunità, che si pregia di operatori turistici e di servizi di alta qualità e professionalità, è quella di regalare al viaggiatore il fascino di un borgo che sa accogliere e far sentire parte di un ritmo lento per gustare appieno il territorio e le sue meraviglie».

 Vincenzo Alvaro [ Giornalista ]

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.