Trebisacce: differenziata, raggiunto il 70% ma si può fare di più

 Igiene urbana: cresce la percentuale della raccolta differenziata ma si può fare ancora meglio e di più con il coinvolgimento di tutte le famiglie e di tutti gli esercenti commerciali e anche con il potenziamento dei controlli da parte della Polizia Comunale. In realtà i dati riferiscono che con l’entrata a regime della gestione del servizio, affidato com’è noto alla Ecoross di Corigliano-Rossano,

 la raccolta differenziata col sistema del “porta a porta” è cresciuta ancora avvicinandosi al 70%, ma tutti sono convinti che si può fare ancora meglio se anche i cittadini e gli esercenti più ostinati si convincono a differenziare ed a collaborare con il Comune e con l’Impresa per tenere la città più pulita e più vivibile. E’ infatti risaputo che in una città più pulita si vive meglio e anche di più, ma occorre riflettere sul fatto che oltre alla salute sono in ballo anche vantaggi e/o svantaggi di tipo economico, perché oggi la spesa per la nettezza urbana è la voce più incidente sul bilancio comunale e quindi sui bilanci familiari. Fanno perciò invidia piccole comunità come Frascineto (la più virtuosa della Provincia con l’83,92 %), San Benedetto Ullano (83,27), San Giorgio Albanese (81,71), Longobucco (81,36) e Carolei (80,85) che hanno superato l’80% e che sono i comuni più virtuosi della Provincia di Cosenza. Vero è che in una comunità di poche anime è più facile organizzare e tenere sotto controllo il sistema ma anche Trebisacce, se vogliamo, è una piccola comunità se la paragoniamo ad una città metropolitana. In questi giorni, dopo aver diffuso le informazioni necessarie l’Ecoross, al fine di ottimizzare il sistema, sta distribuendo alle famiglie i nuovi kit e le buste per la carta ed il multi-materiale ed ha avviato una nuova campagna di sensibilizzazione nelle Scuole a partire dalla Scuola dell’Obbligo a cui si sta dedicando il Delegato all’Ambiente Franz Apolito. Per incentivare, poi, lo stoccaggio e il ritiro dei rifiuti ingombranti, sono stati ridisegnati ed estesi gli orari di apertura dell’Isola Ecologica (aperta tutti i giorni da lunedì a sabato dalle 7.00 alle 11.00), dove ognuno può conferire rifiuti di ogni genere ed è stato potenziato il servizio di ritiro a domicilio degli ingombranti che, su comoda prenotazione al n. 0983-565045, vengono ritirati ogni lunedì mattina di buon ora. Fa specie ed è veramente inspiegabile, perciò, constatare che ancora ci sono cittadini incivili che continuano a smaltire i rifiuti ai bordi delle strade vanificando gli sforzi di tutti i cittadini virtuosi e anche il lavoro svolto dai 19 operatori ecologici che a Trebiscce operano alle dipendenze della Ecoross. Oggi l’Isola Ecologica di Trebisacce, grazie anche al diligente lavoro svolto dal coordinatore del servizio della raccolta differenziata e dell’Isola Ecologica Pino Ierovante, ha cambiato letteralmente volto. Sono passati i tempi remoti in cui non era altro che una discarica a cielo aperto, peraltro posta più volte sotto sequestro. Oggi, oltre a non vedere rifiuti disseminati o accatastati per terra, in tutti gli orari di apertura, all’Isola Ecologica c’è sempre un dipendente che accoglie l’utente e gli indica in quale container, tra i tanti destinati alle singole tipologie di rifiuti, deporre quelli che vengono conferiti all’Isola Ecologica. Oltre a coordinare il servizio lo stesso Ierovante, tenendo conto dei rifiuti riciclabili e di quelli che finiscono in discarica, compila i report periodici delle singole tipologie di rifiuti, tra cui quelli che poi vengono ritirati e riciclati dai vari consorzi di filiera per evitare lo spreco delle materie prime e per contribuire al risparmio energetico a favore di quella enfatizzata “economia circolare” a cui tutti dovremmo contribuire.
Pino La Rocca
 

Stampa Email

miglior sito di scommesse