Rocca Imperiale: arriva il Postamat nel Centro Storico

ROCCA IMPERIALE - Poste Italiane installa finalmente, nel Centro Storico, lo sportello automatico ATM (nella foto) più comunemente denominato Postamat. Legittima la soddisfazione degli abitanti dell’antico Borgo, soprattutto di quelli anziani e in particolare degli amministratori comunali in carica per aver condotto e vinto un lungo braccio di ferro con Poste Italiane. 

Per la verità la battaglia per la riapertura dell’Ufficio Postale nel Centro Storico condotta dal sindaco Giuseppe Ranù in prima persona e con il supporto dell’On. Bruno Bossio che ha portato in Parlamento la questione dei tanti Uffici Postali chiusi per “basso traffico” in tantissimi paesi della Calabria, non ha ancora ottenuto il risultato sperato, ma lo sportello automatico sopperisce alla grave lacuna consentendo, oltre che il prelievo di moneta contante, anche altri servizi postali, tra cui il pagamento delle bollette prestampate, come del resto sono quelle dell’energia elettrica, del gas, del telefono... Non è certo cosa da poco, soprattutto per le persone anziane costrette finora a recarsi alla Marina. «E’ una di quelle giornate belle per la nostra comunità, – ha dichiarato a caldo l’Assessore Antonio Favoino - per la nostra gente e in particolare per i nostri anziani e per i nostri turisti, perché così riduciamo alcuni insopportabili disagi. Per ottenere questo bel risultato – ha aggiunto Favoino - abbiamo condotto insieme al sindaco una dura e lunga battaglia». «Lo avevamo annunciato durante alla nostra competizione elettorale – gli ha fatto eco il sindaco Giuseppe Ranù – e siamo uno dei primi comuni in Calabria a beneficare dell’installazione del Postamat in un luogo diverso della sede dell’Ufficio Postale allocato alla Marina. Con questo nuovo servizio – ha commentato il primo cittadino - viene rafforzata decisamente l‘offerta di servizi nel nostro Centro Storico. E’ comunque il frutto – ha concluso l’Avv. Ranù – di lunghi anni di impegno che in parte ci risarciscono della chiusura dell’Ufficio Postale in Paese, per la riapertura del quale non è bastata finora neanche l’Interrogazione Parlamentare dell’On. Bruno Bossio, né i tanti incontri con Poste Italiane a cui abbiamo esaurientemente spiegato le nostre ragioni. Ora ci siamo, ma non disperiamo di riavere l’Ufficio Postale anche in Paese».
Pino La Rocca 

Stampa Email