• Home
  • Notizie
  • Attualità
  • Alto Jonio: per i piccoli Comuni in arrivo sostanziose risorse per la raccolta differenziata

Alto Jonio: per i piccoli Comuni in arrivo sostanziose risorse per la raccolta differenziata

In arrivo dalla regione Calabria sostanziose risorse destinate al miglioramento e all’implementazione della raccolta differenziata nei comuni con una popolazione inferiore a 5mila abitanti. Tra i 224 piccoli comuni calabresi che hanno presentato una proposta progettuale, sono ben 154 i piccoli comuni ammessi a finanziamento per un ammontare di 8milioni e 300mila euro a valere sul POR Calabria 2014/2020 e, tra questi, ci sono diversi comuni dell’Alto Jonio Cosentino.

 

 

Ne ha dato notizia Mario Melfi già consigliere provinciale e sindaco di Amendolara e oggi Capo-Struttura del Dipartimento Ambiente e Territorio della Regione Calabria. Questi i comuni dell’Alto Jonio ammessi a finanziamento in base all’apposita graduatoria e queste le risorse disposte: Albidona, circa 44mila euro, Amendolara (circa 96mila), Canna (19mila), Cerchiara-Francavilla che hanno presentato una proposta progettuale congiunta (150mila), Montegiordano (60mila), Oriolo (63.500), Plataci (19mila), Rocca Imperiale (107mila), Roseto Capo Spulico (38.200 euro) e San Lorenzo Bellizzi (19mila). «L'impegno del presidente Mario Oliverio e dell'Assessore all’Ambiente Antonella Rizzo verso i cittadini calabresi – ha commentato Mario Melfi facendo eco alla soddisfazione espressa dal Presidente Oliverio e dell’Assessore Rizzo - è stato ampiamente mantenuto: dopo i Comuni con una popolazione maggiore, adesso l'attenzione si è rivolta ai comuni più piccoli che hanno presentato appositi progetti e che sono stati ritenuti meritevoli d'approvazione da parte del Dipartimento Ambiente e Territorio guidato dall'Architetto Orsola Reillo. L' auspicio – ha aggiunto Mario Melfi - resta quello che si implementi sempre più la Raccolta Differenziata in Calabria al fine di ridurre l'organico e di recuperare quanto più possibile il materiale riciclabile. Vorrei sottolineare, infine, - ha commentato Mario Melfi - che i veri protagonisti di una corretta gestione dei rifiuti sono i cittadini e pertanto mi auguro che si trovino i giusti incentivi per ridurre i tributi e motivare così le famiglie alla Raccolta Differenziata». Detto questo, Mario Melfi ha preso in considerazione il suo comune di residenza: «Amendolara – ha osservato l’ex sindaco – è destinataria di circa 96mila euro ma la tariffa dei rifiuti, pur avendo finalmente avuto la raccolta differenziata un sostanziale impulso, è cresciuta sensibilmente. Ci si augura, perciò, che essa possa essere rivista e ridimensionata».
Pino La Rocca
 

Stampa Email