Raffaele Sorrentino, la magica annata del campione calabrese

Nella carriera di un giocatore professionista di poker non capitano spesso annate come quella che sta vivendo Raffaele Sorrentino in questo 2017. Il campione calabrese ha inanellato una incredibile serie di risultati che l'hanno portato a ridosso della top ten dei giocatori italiani più vincenti della storia del gioco e nelle prime posizioni della classifica dei più vincenti dell'anno.

Il 2017 è stato l'anno della consacrazione definitiva per Raffaele 'Raffibiza' Sorrentino. Nato 37 anni fa a Catanzaro, il professionista calabrese ha ottenuto un primo e un terzo posto nei due Main Event del PokerStars Championship di Montecarlo e Barcellona. Risultato, quest'ultimo, che l'ha proiettato all'undicesima posizione assoluta nella Italy All Time Money List.

I due risultati, in quello che fino all'anno scorso era chiamato EPT Grand Final e oggi è diventato PokerStars Championship, possono essere tranquillamente inseriti nelle pagine di storia del poker sportivo italiano.

La ciliegina sulla torta di una carriera in cui i successi live sono andati di pari passo con quelli ottenuti nell'online. I primi risultati importanti di Sorrentino risalgono al 2012, anno in cui il giocatore calabrese piazza i suoi primi ITM ufficiali e in cui ottiene due bandierine all'EPT di Barcellona e un incoraggiante 47° posto al Mini IPT di Sanremo.

L'anno successivo si rivela di transizione con Sorrentino che riesce comunque a sfiorare il successo nell'evento Turbo dell'EPT di Barcellona. È nel 2014 che arriva la svolta a livello europeo. In pochi mesi il player di Catanzaro raggiunge due importanti piazzamenti all'EPT di Deauville, altri due in Spagna e il quinto posto al Mini IPT di Nova Gorica.

Nelle due stagioni successive arriveranno altri importanti piazzamenti: un terzo, un quarto e un settimo posto all'EPT Grand Final di Montecarlo e la vittoria nell'evento Turbo No Limit Hold'em dell'EPT di Barcellona. È il preludio a quello che succederà in questo fantastico 2017. Dopo gli incoraggianti quarto e sesto posto al PSC di Panama, Sorrentino ottiene il 29 aprile la vittoria nel Main Event del PSC di Montecarlo. Un vero trionfo per il poker italiano a cui si aggiungerà il terzo posto del 21 agosto nell'evento principale di Barcellona, sempre nel PSC.

Nonostante i successi al tavolo verde, Sorrentino non ha mai abbandonato il mondo del poker online. In rete continua a mietere grandi risultati con il nickname “raffibiza”. All'estero è più conosciuto come “1Mdonuts”. Proprio all'estero Raffaele ha vissuto uno dei periodi formativi più importanti per lo sviluppo del suo gioco.

Trasferitosi a Malta per qualche anno insieme a un gruppo di professionisti che includeva anche Mustapha Kanit, ha trovato nella compagnia e nell'isola un ambiente ideale per crescere nel poker. Malta consente di fare esperienze nei suoi casinò, dove è possibile esercitarsi nel casino hold’em, una variante del poker molto veloce e interattiva in cui si sfida direttamente il dealer.

Nuove discipline e un'esperienza formativa che sono state fondamentali per la carriera di Sorrentino che prima del final table di Montecarlo ha voluto ringraziare pubblicamente il collega e coach Kanit per aver dato una svolta al suo gioco. Proprio con Kanit, il giocatore più vincente nella storia del poker italiano, e con Stefano Terziani, Sorrentino ha aperto nel 2015 una scuola di formazione al Texas Hold'em sportivo per aspiranti professionisti.

Un anno da incorniciare per il giocatore calabrese che ha impresso a caratteri cubitali il suo nome nella storia della disciplina. Un ulteriore passo verso quello che resta il sogno nel cassetto: la vittoria nel Main Event delle WSOP. Buona fortuna Raffaele.


 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.