Ambiente, un’ordinanza per utilizzo parchi e aree attrezzate

Previste sanzioni per chi non rispetta le norme
CROSIA  – Tutela dell'ambiente e salvaguardia dell'incolumità pubblica, un’ordinanza del Sindaco disciplina l’utilizzo dei Parchi pubblici, delle aree verdi attrezzate e delle aree demaniali. Nello specifico fa riferimento a Parco piano mare, Zona Via Almirante, Villa comunale Crosia Centro e Lido Centofontane, e all’uso delle suddette aree a Pic-nic e allo sgambettamento e passeggio di animali. 

L’ordinanza si è resa necessaria al fine di richiamare la pubblica attenzione sul rispetto di alcune regole di condotta volte a tutelare l’ambiente e garantire pacifica convivenza tra i cittadini e gli animali detenuti da parte di questi. Preso atto delle reiterate segnalazioni e lamentele pervenute all’Ente, in particolare alla Polizia Municipale in materia di abbandono dei rifiuti derivanti dal consumo di derrate alimentari, da resti dei fuochi all’aperto e di abbandono di deiezioni solide dei cani sul suolo pubblico (strade, marciapiedi, zone verdi, pubbliche in genere e nelle zone attrezzate per il gioco dei bambini), con conseguenti rischi per la salute dei cittadini, con riferimento alle fasce più esposte, quali i bambini. In attesa della redazione e della relativa approvazione di un Regolamento comunale di utilizzo e tutela delle aree verdi L’atto prevede che le aree verdi attrezzate del piano mare, di Via Almirante, di Crosia centro, nonché le altre aree pubbliche del centro abitato di mirto, siano utilizzate conformemente alla loro destinazione, nel rispetto della legge e dei diritti degli altri utenti, secondo le seguenti norme di comportamento e divieti:L’Accesso alla circolazione di mezzi motorizzati è consentita unicamente ai mezzi di primo intervento di servizio di manutenzione; È fatto assoluto divieto di utilizzare le predette aree pubbliche per consumo di derrate alimentari con banchetti, tovaglie ecc.È fatto assoluto divieto di lasciare sgambettare liberamente cani di qualsiasi razza, né lasciar defecare gli animali con abbandono delle deiezioni sul suolo pubblico; Non sono ammessi la raccolta o il danneggiamento di fiori, alberi e più in generale della vegetazione. Altre attività vietate:È vietato installare tende, fare fuochi a terra, barbecue e picnic, ad eccezione delle aree demaniali marittime (Lido cento fontane - Fiumarella e Pantano) sulle quali è possibile accendere i fuochi previa autorizzazione dell'ufficio Ambiente del Comune. In ogni caso di violazione delle prescrizioni di cui sopra, fatta salva l'applicazione delle sanzioni amministrative previste in caso di inadempienza, è prevista quale sanzione accessoria il ripristino dello stato dei luoghi. In caso di mancata ottemperanza da parte dei trasgressori il Comune potrà provvedere comunque tali operazioni, con spese a carico degli interessati. Ai trasgressori saranno applicate, ai sensi delle norme vigenti, sanzioni amministrative, da un minimo di 50 a un massimo di 500 euro. La presente ordinanza, per motivi di salvaguardia dell'incolumità pubblica e di tutela dell'ambiente è immediatamente esecutiva e si applica a tutte le persone presenti sul territorio comunale.
 

 

Stampa Email