Cassano: parte il bando SIA a sostegno delle famiglie disagiate

La Giunta Municipale sotto la presidenza del primo cittadino Giovanni Papasso ha dato avvio al Sostegno all’Inclusione Attiva (S.I.A.) così come stabilito ai sensi del Decreto 26/05/2016 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di Concerto di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze e della Circolare INPS n° 133 del 19/07/2016.

L’assessore alle Politiche Sociali Alessandra Oriolo annuncia con soddisfazione tale misura di aiuto alla collettività e spiega che il Sostegno per l’inclusione attiva è una misura di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un sussidio economico alle famiglie in condizioni economiche disagiate, nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata. Il sussidio” spiega ancora l’Assessore alle Politiche Sociali “è subordinato ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e le scuole nonché con soggetti privati ed enti no profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede specifici impegni per adulti e minori sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni. L’obiettivo” dice inoltre “è quello di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l’autonomia”.
Il decreto affida ai Comuni la gestione operativa delle domande ed il relativo accoglimento o diniego, mentre l’Istituto è chiamato ad effettuare i controlli delle posizioni dei soggetti richiedenti per verificare il possesso dei requisiti richiesti.
Il primo cittadino dal canto suo ha tenuto a ricordare che: "l'impegno dell'Amministrazione che mi onoro di guidare è sempre diretto al sostegno dei bisognosi. Questo del SIA è l'ennesima dimostrazione che i cittadini che hanno più bisogno, che non riescono a sbarcare il lunario e che non riescono ad arrivare a fine mese hanno un'attenzione privilegiata per il Sindaco e la sua Giunta. Questo atto non presuppone di voler risolvere i problemi ma è l'ennesima goccia d'acqua nell'oceano del voler governare ricordandosi di chi ha bisogno."
I cittadini interessati saranno tenuti a presentare la domanda, redatta su apposito Modello e reperibile sul sito del Comune e dell’INPS, direttamente alla sede del Palazzo di Città presso l’ufficio alle Politiche Sociali dal sig. Costantino che provvederà ad inoltrarle all’Inps, ai fini della verifica automatica delle condizioni previste dal decreto (ISEE, presenza di eventuali altre prestazioni di natura assistenziale, situazione lavorativa ecc.) e della conseguente disposizione dei benefici economici, che saranno erogati dal Gestore del servizio attraverso una Carta precaricata.
Cassano All’Ionio 13/09/2016
 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.