Noi stiamo con Rosario !

CASTROVILLARI - L’associazione cittadina “Solidarietà e Partecipazione” comunica formalmente il suo sostegno per la battaglia che Rosario Rummolo, ormai da oltre 10 giorni, sta conducendo per vedersi riconosciuto il suo sacrosanto diritto al lavoro, toltogli ingiustamente. È ormai dal 30 agosto che Rosario è incatenato presso la stazione degli Autobus di Castrovillari dopo essere stato ingiustamente (e con metodi che pretendono ancora spiegazioni e chiarimenti) licenziato dalla FerLoc, azienda di trasporti già partecipata di Ferrovie della Calabria, ente presso cui il dipendente era stato assunto.

Rosario Rummolo è lì, giorno e notte, in attesa di una risposta tanto promessa dalla politica ma che tarda, ormai da quasi 2 anni. Tante sono le persone che, recandosi presso la stazione, sostengono il loro sfortunato concittadino, come tanti tra i membri dell’associazione hanno già manifestato singolarmente la loro vicinanza. Ma dopo oltre 10 giorni di attesa e, in assenza di un qualsiasi pratico e concreto risultato, è ora più che mai doveroso – sostiene Ferdinando Laghi presidente di Solidarietà e Partecipazione – che, stante l’ingiustificato e irresponsabile silenzio della politica calabrese, tutte le associazioni regionali facciano sentire la propria voce.
L’associazionismo, d’altronde, nasce a seguito delle mancanze dei partiti nella tutela e nel buon governo dei cittadini. Non sorprende, infatti, che il movimento “Io sto con Rosario” sia stato tra i primi a dare importanza al problema del concittadino castrovillarese Rosario. E la presa di posizione di Solidarietà e Partecipazione, a sostegno della battaglia di Rosario, è comportamento conseguente alle connotazioni della nostra Associazione che ha, da sempre, nel suo DNA la tutela dei cittadini e dei loro diritti.
L’auspicio è che la politica calabrese, incalzata da ogni parte, da Associazioni e Cittadini che manifestano in favore di Rosario, scenda dalla sua Torre d’Avorio e decida di occuparsi dei diritti dei cittadini che ha il dovere di tutelare. E che, altresì, i nostri governatori la smettano di scaricare tutta la responsabilità sulla Magistratura che, siamo fiduciosi, si pronuncerà in favore di Rosario Rummolo, ma a cui non possono delegarsi anche quei doveri che sono di competenza della classe politica.
Scevra da ogni strumentalizzazione, l’Associazione Solidarietà e Partecipazione parteciperà alle iniziative che segnalerà il movimento “Io sto con Rosario” e altre autonomamente ne intraprenderà, poiché l’obiettivo comune è far ottenere, finalmente, giustizia al nostro concittadino Rosario Rummolo. Noi stiamo con Rosario!

9 settembre 2016

Associazione Cittadina
“Solidarietà e Partecipazione - Castrovillari
 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.