Tutor, il Comune di Cariati è fuorilegge col placito degli amministratori

La 106 è diventata la strada degli amministratori mendicanti .
La ss. 106, per chi volesse percorrerla fino a Catanzaro da Sibari sarebbe praticamente impraticabile, perché è interrotta da una caterva di rotonde, due , tre ogni paese, non è più una strada statale, ma è diventata una strada depredata dalle amministrazioni comunali sparse qua e là sul territorio che non trovano di meglio non so se per far soldi da uno stato inefficiente che non fornisce più loro i servizi indispensabili. Prima c’erano una decina di autovelox, ( molti dei quali chiusi perché fuorilegge non in regola con le normative)

adesso sono stati sostituiti in alcuni punti dai cosiddetti tutor, gli autovelox che calcolano automaticamente il tempo di percorrenza e inviano multe salatissime. Ora che si debba andare piano su una strada statale è cosa giusta, specie sulla ss. 106 strada della morte, una tra le più pericolose strade d’Italia. Ma che i comuni si approfittino di questo per colpire i cittadini con multe , provvedimenti di sospensione di punti e quant’altro è diventato un’inutile vessazione. Nel caso poi di Cariati a nostro avviso e denunceremo gli amministratori alla magistratura, il cosiddetto tutor a mio avviso è fuorilegge:
1) i segnali di avvicinamento al tutor sono posti a 150 mt. Tutte le pronunce della magistratura , sia ordinaria, che del Tar, che della cassazione parlano di distanze non inferiori ai 400mt. Il governo non ha stabilito dei limiti, ma in tutti i pronunciamenti della magistratura le carte parlano chiaro. I magistrati indicano in 400 metri la distanza congrua per qualunque automezzo minima per frenare il veicolo sia in caso di strada libero che in caso di fila di automezzi. Questo è logico perché un automobilista che sta percorrendo a velocità sostenuta diciamo a 90 allora come prevede la legge o poco sopra il limite di 90 all’ora, e che si trova davanti all’improvviso il segnale a 150 metri dall’autovelox se è in fila non ha il tempo materiale per frenare , dovrebbe inchiodare. Oppure iniziando a percorrere il tratto a velocità sostenuta, anche se poi rallenta e si è accorto del segnale il calcolo del tempo non gli darà mai ragione, perché se è in fila rallenta si, ma non può fermarsi e quindi avrà sempre superato i limiti minimi e verrà multato.
2) Se un automobilista o un motociclista viene dal passaggio a livello di S. Cataldo o dalla strada opposta che scende dalla collina e prosegue in direzione Rossano non incontra il cartello che lo avvisa del tutor e questo in base a diverse pronunce della magistratura è fuorilegge. Il cartello infatti è posto a 150 metri distanza e questo incrocio di trova invece a 100 mt. dal tutor. Questo come qualunque autovelox deve essere visibile a distanza , non deve avere nessun tipo di ostacolo( come invece ha il segnale del tutor in direzione Rossano che davanti si trova un segnale luminoso di passaggio delle scuole). Ora se u no viene da una strada interna che si trova a 100 metri dall’autovelox e non ne conosce l’esistenza se lo becca senza essere stato avvertito prima e questo è rigidamente vietato dalla legge. Così succede a Cariati.
3) Se un comune commina una multa a un cittadino che supera il limite di velocità x 3 km( diciamo viaggia 68 km ora, gode dello sconto del 5% sulla velocità come prevede la legge) e quindi viaggia a 63 km all’ora e riceve la multa dai vigili urbani vuol dire che al comune di Cariati non hanno altro che pensare, che hanno le casse vuote. Io capisco se uno va a 80, novanta, cento allora ritengo giusto affibbiare la multa, ma proceder a 63 km ora( fuori dal centro abitato nella zona dove non ci son o case ) e riceve una multa , cioè per 3 km è uno scandalo vuol dire che nei vigili urbani di Cariati ci sono persone che sono troppo ben pagate , perché dimenticano che chiunque abbia una famiglia e deve viaggiare per motivi di lavoro sulla ss. 106 se può non ci ritornerà mai più. E sia così d’ora in poi farò sempre l’autostrada per raggiungere Catanzaro e la provincia di Reggio Calabria da Cariati non sono obbligato a passare, mi dispiace, perché amo lo Jonio e i suoi paesaggi , ma adesso è diventato impossibile girare su questa strada.
4) L’unico tutor in regola con le normative è quello di Mirto-Crosia che ha segnali di avvicinamento che sono collocati a 450 metri di distanza come la magistratura ha sottolineato sia giusto. purtroppo sapevo che a Cariati le leggi della repubblica italiana vengono interpretate in modo molto parziale, come se questo paese al confine della provincia di Cosenza e quella di Crotone, trovandosi ai margini facesse un po’ di testa propria . Con la presente denuncia pubblica preannuncio che denuncerò il comune di Cariati per vessazione dei cittadini e scarso rispetto delle leggi italiane. Le fotografie ormai sono state fatte e quindi anche se gli amministratori mettessero i cartelli alle distanze previste dalle leggi, sarebbe inutile. Mi meraviglia che nessuno a Cariati abbia reclamato contro questa palese politica di malversazione a danno dei cittadini. So che la mia denuncia sarà un ago nel pagliaio, ma voglio prendermi la briga di denunciare chi non sa fare il mestiere di sindaco e conosce la legge solo per vessare il cittadino. io ricordavo questa cittadina per delle belle iniziative in campo sportivo, oppure per un ospedale che fino a quando la regione Calabria non l’ha di fatto chiuso ha offerto assistenza anche a me quando risiedevo a Calopezzati, ma non sapevo che tra i funzionari del comune ci fosse gente tanto spilorcia da affibbiare la multa a uno che supera il limite per 3 km. io non so se la colpa è dei vigili urbani troppo zelanti o degli amministratori che hanno fatto la delibera in questo modo. Inoltre segnalo che l’aeroporto di Crotone l’unico che abbiamo sullo Jonio se la 106 viene gestita così non decollerà mai, ci vuole troppo tempo per raggiungerlo. 60 km da Rossano si percorrono come minimo in due ore e nei tempi che viviamo questo significa chela gente va a Lamezia, dove ci vuole lo stesso tempo , ma non si corrono i rischi della ss. 106. In ogni caso è una vergogna. cari cittadini di Cariati liberatevi di questa gente che vi governa così male! Ma liberatevi anche dei funzionari che applicano la legge in modo così di parte!
prof. Fabio Menin già pres. WWF Calabria

Stampa Email

Commenti   

0 #2 Michele Decimo 2018-08-24 11:53
io in un passaggio tra crotone e rossano 4 multe tutte per aver superato il limite di 2 Km/ora dico due km. il crotonese con un alto potenziale turistico sta autodistruggendosi a causa di amministratori incapaci e vigili !!!!! non dico altro.
Citazione
0 #1 Oana 2017-09-21 11:51
:oops: abbiamo appena ricevuto la multa del 21/06/2017 quando siamo andati al mare. Immagina che siamo partiti da Milano. Abbiamo superato il limite di 1,00 km/h !!! 1km/h!!! Si, UNO!
Citazione

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna