• Home
  • Notizie
  • Cronaca
  • Mormanno: muore un operaio marocchino in un cantiere dell’autostrada A3

Mormanno: muore un operaio marocchino in un cantiere dell’autostrada A3

Un operaio, Said Haireche, 44 anni, marocchino, è morto in un incidente sul lavoro avvenuto a Mormanno, in una cantiere per i lavori di ammodernamento dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. L'operaio, residente a Sant'Angelo Le Fratte nel potentino, lavorava per una azienda di carpenteria metalliche. Dalle prime verifiche, così come riporta una nota dell'Anas, sembrerebbe che l'incidente sarebbe avvenuto attorno alle 8,15 al chilometro 165 dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria all'altezza di Mormanno.

L'operaio, carpentiere specializzato, sarebbe rimasto schiacciato durante la fase di montaggio di una trave metallica. Ma per ricostruire la dinamica dell'incidente sono state avviate le indagini da parte dei carabinieri. L'area dell'incidente è stata sequestrata. «Il presidente di Anas Gianni Vittorio Armani ha espresso il suo cordoglio alla famiglia di Said Haireche». È quanto si legge nella nota della società che gestisce la Salerno-Reggio Calabria. «Anas – aggiunge – avvierà immediatamente un’indagine per accertare eventuali responsabilità dell'impresa nel tragico incidente». Cordoglio e vicinanza alla famiglia dell'operaio morto nel cantiere dell'Autostrada A3 in Calabria sono stati espressi dai sindaci di Mormanno, Guglielmo Armentano, e di Laino Castello, Gianni Cosenza. «Sono sconvolto e amareggiato – afferma Armentano – per l'ennesima vittima sul lavoro. La notizia che un padre di famiglia è morto nell'espletare il suo dovere non puo' che sconvolgere anche perché sono tante le maestranze dei paesi del Pollino che quotidianamente prestano lavoro nei cantieri del terzo macrolotto. Una notizia che ancora una volta ci porta a interrogarci sulla sicurezza nei posti di lavoro e, soprattutto, a chiedere che la sicurezza sia la cosa che debba essere garantita prima di ogni cosa. Esprimo, a nome mio e di tutta la comunità di Mormanno, la vicinanza alla famiglia dell'operaio marocchino». Il sindaco di Laino Castello ha espresso «cordoglio e vicinanza alla famiglia di Said Haireche. Pur non conoscendo ancora la dinamica di questa nuova tragedia, ancora una volta, siamo stati costretti ad assistere e a commentare la triste notizia che un operaio e' morto mentre espletava il suo dovere. Siamo fiduciosi che gli organi competenti faranno sicuramente luce sulle cause di questa tragedia».
Giacinto De Pasquale

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.