Albidona: dissequestrato il Parco Avventure


Dissequestrato il Parco Avventure a cui l’Autorità Giudiziaria aveva posto i sigilli per presunte irregolarità nella fase di appalto dell’opera. Resta tuttora sotto sequestro la teleferica zip-line del “Volo dell’Arcangelo”, così denominato in onore di San Michele Arcangelo Patrono di Albidona, che fa parte integrante del Parco Avventure perché uno dei due plinti in cemento armato che sorreggono i tiranti di un impianto costato circa 500mila euro di risorse pubbliche, sarebbe stato realizzato in zona R3 sottoposta a vincolo idro-geologico. 

Soddisfatta, comunque, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Filomena Di Palma che attribuisce un’importanza strategica all’opera, sia sotto l’aspetto dell’attrazione turistica che come opportunità lavorativa, in particolare per i giovani. La notizia del dissequestro dell’area di “Timpone Tarantino” su cui insiste la stazione di arrivo della teleferica “zip-line”, perorata dall’amministrazione comunale con il patrocinio dell’avvocato Vincenzo Scarcello del Foro di Castrovillari e disposta dal PM Mauro Gallone del Tribunale di Castrovillari, è stata notificata dal Carabinieri Forestali della Stazione di Trebisacce al sindaco dr.ssa Filomena Di Palma nella mattinata di oggi 9 ottobre 2018 e, considerate le aspettative generali, è stata accolta come una vera e propria liberazione da parte di tutta la comunità. «Oggi – ha scritto infatti l’Assessore Caterina Munno nel comunicare…la lieta novella e nel farsi interprete dell’euforia generale - è una giornata meravigliosa per Albidona perché coincide con il dissequestro del Parco Avventure e inoltre – ha aggiunto l’Assessore al Lavoro, alle Politiche Sociali, alla Sanità ed alle Pari Opportunità - con l’inizio dei lavori di ristrutturazione dei locali della Guardia Medica e con la firma del nuovo protocollo per l’inizio dei tirocini presso il Centro per l’Impiego, mentre è prossimo, da parte del Comune, il Bando di due Concorsi Pubblici. Tutto questo – ha aggiunto Caterina Munno - grazie alla forte e costante determinazione dell’Amministrazione Comunale che ho l’onore di rappresentare. In due anni – ha commentato l’esponente della Giunta Comunale - abbiamo imparato che di può cadere ma che, per il bene della nostra comunità, siamo capaci di trovare sempre la forza di rialzarci più forti di prima». Insieme alla notizia del dissequestro del Parco Avventure, l’Assessore Munno ha anche riferito che l’area su cui insiste il Volo dell’Arcangelo rimane sotto sequestro ma che, attraverso sistematiche prove inclinometriche, sarà tenuta costantemente sotto controllo e, se si continuerà a non registrare cedimenti del terreno, verrà richiesto all’Autorità di Bacino di declassificare dalla R3 anche l’area in cui si trova il plinto incriminato. «Per noi – ha aggiunto in conclusione l’Assessore Caterina Munno – quell’area è importantissima in quanto, a seguito dei necessari lavori di ripristino, ci consentirà di dare la possibilità a piccoli e grandi di trascorrere una giornata immersi nella natura ma sarà anche l’occasione per incentivare i giovani a inventarsi opportunità lavorative».

Pino La Rocca
 

 

Stampa Email

Aggiungi commento

Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito:
I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati
VERRA' PUBBLICATO UN SOLO COMMENTO PER IP


Codice di sicurezza
Aggiorna