Alto Jonio: ripulita la S.S. 106


Ripulita dalla spazzatura la S.S. 106, almeno nel tratto che intercorre tra Montegiordano e Rocca Imperiale, ma c’è voluto l’intervento di un cittadino solerte, amante della natura e del decoro pubblico il quale ha immortalato con una foto apparsa sul web e sulla stampa la discarica a cielo aperto esistente ai margini della S.S. 106 oggi ribattezzata, con molta enfasi e pochi contenuti, arteria europea E 90.

 Così, come appare nella foto-prima, l’avevano ridotta taluni cittadini-villani che per la verità abbondano dappertutto i quali, invece di differenziare e di consentire il ritiro della spazzatura davanti casa grazie al “porta a porta” esistente in quasi tutti i paesi dell’Alto Jonio, preferiscono accompagnarsi con la spazzatura dentro la propria auto e buttarla poi dai finestrini ai margini delle strade. Strade come la S. S. 106 che poi l’Anas si guarda bene dal ripulire, almeno in quel tratto. La foto-prima e la foto-dopo rendono evidente la differenza e rendono merito all’amministrazione comunale di Rocca Imperiale che, dopo essersi fatta autorizzare dall’Anas, si è adoperata, come ha tenuto a precisare il sindaco Giuseppe Ranù, per eliminare quello sconcio e per ripulire, con propri uomini e propri mezzi, quel tratto di strada sostituendosi così alla stessa Anas. Il post apparso sul web è stato ovviamente commentato in vario modo: unanime ovviamente lo sdegno nei confronti dei cittadini incivili e ”sporcaccioni” di cui è il nostro profondo sud è più ricco del resto d’Italia e d’Europa. C’è anche chi, facendosi trascinare dal solito pregiudizio contro la classe politica, ha messo sott’accusa gli amministratori locali che, almeno in questo caso, pare non abbiano alcuna responsabilità. «Al di là dei meriti e delle responsabilità – ha scritto invece lo stesso cittadino che aveva segnalato lo sconcio - da oggi in avanti bisogna vigilare per evitare che la maleducazione degli incivili trasformi di nuovo le piazzole in ricettacoli per la spazzatura perchè l'ambiente pulito è il più importante biglietto da visita per un territorio».Pino La Rocca
 

 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.