Cassano: bruciata l'auto di un sacerdote, la solidarietà del Sindaco

A nome mio personale e dell’Amministrazione Comunale e sapendo di interpretare il sentimento dell’intera Comunità di Cassano, esprimo la solidarietà e la grande vicinanza al Parroco della parrocchia di Santa Maria di Loreto, don Peppino De Cicco, al quale il 23 u.s. ignoti hanno bruciato l’autovettura.

Esprimo, inoltre, la solidarietà e la vicinanza alla sua famiglia, ed in particolare all’Arch. Emilia Macrino che, nella nottata appena trascorsa, è stata vittima del medesimo increscioso atto.
Non avrei mai immaginato che si giungesse a compiere atti di prevaricazione anche nei confronti di un sacerdote!
Non posso che esternare, pertanto, tutta l’amarezza che vili atti del genere provocano in chi, giorno dopo giorno, si sforza di lavorare per far compiere un salto di qualità al territorio comunale, per proiettarlo verso un futuro di benessere sociale, che non può prescindere dalla tranquillità dall’ordine pubblico.
Atti del genere, soprattutto, rischiano di vanificare tutti gli sforzi e gettano una luce poco positiva sull’intera collettività, che invece è composta da gente laboriosa ed onesta, distante anni luce da ogni forma di illegalità e di violenza e vuole crescere e progredire nella pace e nella tranquillità .
Auspico che le Forze dell’Ordine, alle quali va il plauso per gli sforzi che stanno compiendo a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, possano in breve tempo assicurare alla giustizia gli anonimi autori del vigliacco gesto.
Il Sindaco
Giovanni Papasso
 

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.