La Giunta Comunale, riunitasi sotto la presidenza del vicesindaco Antonino Mungo, assistita dal segretario generale Ciriaco Di Talia, ha discusso e approvato,

tra l’altro, il Progetto di Fattibilità Tecnico Economica dei lavori di “RIQUALIFICAZIONE SOCIALE E CULTURALE DELLE AREE URBANE DEGRADATE – INTERVENTI INTEGRATI IN LOCALITÀ FRAZIONE DI LAUROPOLI” redatto dall’Ing. Bonifacio Cerchiara dell’Area III – Lavori Pubblici dell’importo complessivo di € 1.500.000,00. E’ opportuno segnalare, in proposito, che il Comune di Cassano All’Ionio, guidato dall’amministrazione Papasso, aveva aderito all’iniziativa prevista dall’avviso pubblico per la presentazione di proposte di rigenerazione urbana, volte alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale per l’annualità 2021, candidando al bando le opere di “RIQUALIFICAZIONE SOCIALE E CULTURALE DELLE AREE URBANE DEGRADATE” – Interventi integrati in località Centro Abitato” per € 2.500.000,00; di “RIQUALIFICAZIONE SOCIALE E CULTURALE DELLE AREE URBANE DEGRADATE” – Interventi integrati in località Frazione di Lauropoli” per € 1.500.000,00; e di “RIQUALIFICAZIONE SOCIALE E CULTURALE DELLE AREE URBANE DEGRADATE” – Interventi integrati in località Frazione di Sibari” per € 1.000.000,00; e inserendole nel piano Triennale LL.PP. 2021/2023 per l’annualità 2022. Con il Decreto del Ministero dell’interno, emanato di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze ed il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile datato 30 dicembre 2021, vennero assegnate all’ente locale cassanese, in qualità di soggetto attuatore per la rigenerazione urbana, per ciascun progetto il relativo finanziamento. Pertanto, il Comune di Cassano All’Ionio, è beneficiario di finanziamenti che complessivamente ammontano a € 5.000.000,00 per la realizzazione delle opere in questione. L’organo esecutivo, nel deliberato ha incaricato l’Area III Lavori Pubblici di predisporre tutti gli atti necessari e consequenziali per adempiere a quanto previsto nell’atto d’obbligo connesso all’accettazione del finanziamento concesso dal Ministero dell’Interno, nei tempi e nei modi indicati nel citato decreto interministeriale. L’atto è stato dichiarato immediatamente esecutivo.
Lì, 21.09.2022 Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni –