C’era anche un Sacerdote tra i 5 feriti del gravissimo incidente stradale verificatosi ieri mattina, martedì 2 agosto, nel tratto di S.S. 106 ribattezzata E90 che intercorre tra Trebisacce e Villapiana.

Incidente che, come abbiamo riferito ieri, ha causato la morte sul colpo di una coppia di settantenni di Nova Siri ed il ferimento di 5 persone coinvolte nel tragico sinistro provocato dalla collisione frontale tra l’utilitaria su cui viaggiava la coppia di Nova Siri e un autoarticolato in cui sono state coinvolte altre due auto su una delle quali viaggiava appunto il Sacerdote. Si tratta di don Giovanni Bruno, 73 anni, apprezzato Parroco della Chiesa Madonna delle Grazie di Gravina in Puglia (BA) appartenente alla Diocesi di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti che proprio l’anno scorso ha celebrato il 50° anniversario della sua ordinazione sacerdotale con una Santa Messa officiata da Sua Em.za il Cardinale Marcello Semeraro Prefetto della Congrezione per le cause dei Santi, di origini pugliesi. Dagli accertamenti effettuati dai Sanitari delle tre Ambulanze del 118 (Trebisacce, Cassano Jonio e Castrovillari) convenute tutte e tre sul posto a causa della gravità dell’incidente e del numero delle persone coinvolte (quella di Trebisacce non era medicalizzata, come succede spesso e volentiri a causa della carenza di medici!), la condizione di don Giovanni Bruno è sembrata la più grave (forte contusione all’area sternale e grave trauma toracico) tanto che i Sanitari hanno allertato l’Eliambulanza che, atterrata sull’asfalto, ha trasferito il Sacerdote presso l’Ospedale Civile di Cosenza dove l’anziano Sacerdote è tuttora ricoverato. Le sue condizioni, da quanto si è appreso, non sarebbero gravi. Ore di ansia comunque per la sua comunità parrocchiale che segue con apprensione e in preghiera l’evolvere delle condizioni di salute del proprio Parroco rimasto coinvolto, per pura fatalità, in un incidente così grave e luttuoso.
Pino La Rocca