Su 248 candidature solo 111 approvate. Gli studenti crosioti si inter-scambieranno con i coetanei del Portogallo e Repubblica Ceca.

CROSIA – Un ulteriore e significativo risultato è stato raggiunto dall’Istituto comprensivo di Crosia Mirto. La scuola, guidata dal dirigente scolastico Rachele Anna Donnici, ha ottenuto l’approvazione di un importante progetto europeo. L’istituzione scolastica ionica, infatti, è stata selezionata fra 248 candidature dei progetti a breve termine nell’ambito del Programma Erasmus Plus per la mobilità di discenti e personale nell’istruzione e formazione professionale (KA122). Quello del Comprensivo crosimirtese è fra i 111 progetti approvati, con una valutazione di 96 su 100. Ampia soddisfazione è stata espressa sia da parte della dirigente Donnici e sia dalla docente referente, Carmela Vulcano, che con abnegazione si è spesa per il conseguimento di tale obiettivo. Seasonal@Glocal è nato come progetto di gemellaggio Etwinning con il Portogallo e la Repubblica Ceca. Ad agosto 2022 ci sarà la mobilità dei ragazzi italiani e dei docenti.
Dunque, gli studenti dell’Istituto comprensivo Crosia hanno aperto il territorio locale a un contesto globale, abbracciando cultura e tradizioni che caratterizzano e valorizzano i diversi popoli. Un totale di 70 studenti: di cui 50 stranieri e 20 italiani durante una serie di 6 incontri a distanza, hanno allestito il tavolo della comunicazione e in uno scambio di informazioni culinarie, storiche e culturali hanno costruito ponti di contatto virtuale. Nell’ambito delle iniziative è rientrato come partner anche il Comune di Crosia. I lavori sono stati programmati da un team di sette docenti: in Italia Carmela Vulcano, Maria Grazia Arcidiacone e Franco Ausilio, in Portogallo Fernando Maia e Paulo Costa, mentre nella Repubblica Ceca Lenka Kudrlickova e Tereza Hniličková. Durante gli incontri online, ogni 15 giorni, sono stati trattati vari argomenti, fra cui, hobby, descrizione audio-video del piatto tipico, descrizione delle tradizioni pasquali, confronto sui sistemi scolastici, descrizione delle attività dei produttori locali e attività inerenti le vacanze estive. Il progetto ha coinvolto ragazzi della scuola secondaria di primo grado, tra i 13 e 14 anni. È stato lo stimolo che ha consentito anche agli alunni con lacune linguistiche di superare i propri limiti e mettersi in gioco. Il lavoro è stato effettuato per gruppi aperti e classi parallele. Durante gli incontri ognuno è stato valorizzato per le proprie abilità e capacità e, per coloro in difficoltà, gli altri compagni e la scuola hanno dato un grande supporto nell’uso dei sistemi multimediali. Nell’aula multimediale, durante gli incontri extracurriculari e per classi aperte, gli studenti hanno effettuato ricerche per settori specifici: artistico – culturale, culinario e turistico, supportati e guidati dai docenti di riferimento. Successivamente, hanno realizzato le clips col sostegno dei genitori, molti dei quali piccoli produttori locali, che, in questo modo, hanno valorizzato le piccole aziende a gestione familiare. Sono state decantate le bellezze del territorio, il potenziale turistico e naturalistico di un patrimonio locale, che affonda le sue radici nelle tradizioni dei nonni. Inoltre, è stato praticato l’uso della L2, Inglese, durante i debates su apposita piattaforma tra pari, nella produzione di files audio e video. Si tratta di un percorso multiculturale e multidisciplinare che ha coinvolto un docente per ogni disciplina e anche il vicesindaco di Crosia, Gemma Cavallo, in quanto l’Amministrazione comunale locale si è offerta di finanziare una mobilità studenti programmata per il prossimo agosto 2022. I docenti di storia – geografia e arte hanno contribuito alla scoperta del territorio per tracciare una edu-beauty map. I docenti di scienze e scienze motorie hanno realizzato i percorsi didattici sulla piramide alimentare, valori nutrizionali e valorizzazione di un’alimentazione sana. I docenti di italiano hanno curato la versione italiana dei percorsi realizzati, mentre i docenti di lingue straniera hanno curato la versione in inglese.
Numerose le competenze chiave sviluppate, fra cui, imparare a imparare, comunicare/ collaborare/partecipare, comunicazione nella madrelingua, utilizzare e produrre testi multimediali, comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici attraverso il confronto fra aree geografiche e culturali diverse, essere cittadino europeo informato in grado di ricercare, rielaborare e valutare le competenze relative all’Europa e al mondo, ed agire in base a esse.
L’idea di convertire il progetto etwinning in una proposta Erasmus, è stata suggerita dai docenti: Carmela Vulcano (Italia), Paulo Costa, dalla vicepreside della scuola portoghese e dalla la vicepreside della scuola ceca Mrs Lenka Kudrlickova per pianificare il nuovo percorso sottoposto all’unità operativa di Bruxelles.
Durante la mobilità degli studenti Cechi e Portoghesi verso la Calabria, programmata per il prossimo agosto 2022, ci sarà la cerimonia della consegna delle Chiavi da parte del Sindaco del Comune di Crosia, Antonio Russo, al vicepreside Mr Paulo Costa rappresentante dell’autorità amministrativa di Haves, con cui la cittadina ionica strutturerà un patto di gemellaggio.