Randagismo: prevenzione, gestione e adozioni nell’impegno del comune.

Ben 31 cani adottati a fronte di 35 ingressi nel canile convenzionato. Una percentuale dell’88% di adozione che sottolinea il lavoro constante e quotidiano nella gestione del randagismo nel comune di Mormanno. I dati diffusi dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco, Giuseppe Regina, arrivano dall’osservatorio dell’assessore Manuela De Luca impegnata nella promozione delle adozioni e preparano la giornata del Microchip Day in programma presso il Lago Pantano sabato 11 dicembre a partire dalle ore 9.30.

Nel ringraziare i volontari che hanno collaborato nelle adozioni, l’assessore ribadisce che «è necessario impegnarsi nella diffusione delle corrette misure di detenzione degli animali con l’ausilio degli organi preposti al controllo, nella promozione delle adozioni consapevoli nonché nella sensibilizzazione alla pratica della sterilizzazione dei propri animali domestici, cani o gatti».

«Chi adotta un cucciolo dal canile – ha aggiunto De Luca – può usufruire della sterilizzazione gratuita da parte dell’ASP» ricordando che sono moltissimi i cani adulti già sterilizzati e microchippati che sono detenuti in canile e che cercano casa. L’obiettivo principale è prevenire gli ingressi in canile; ciò è possibile soltanto attraverso la promozione delle buone pratiche legate all’identificazione dei cani di proprietà: l’inoculazione del microchip, obbligo di legge sin dal 1990.

Per questo motivo l’amministrazione di Mormanno ha promosso, in collaborazione con l’Asp di Cosenza – servizio veterinario, la giornata di sensibilizzazione che consentirà a tutti i cittadini di adeguarsi gratuitamente alla normativa in vigore. «Un dovere per i cittadini, una forma di rispetto per la collettività ma soprattutto una tutela per gli animali».