Ha raccontato le bellezze del Parco nazionale del Pollino e della cavità naturale dell’abisso del Bifurto in particolare al grande pubblico. Il suo film, il Buco, ha ricevuto il premio speciale della giuria alla 78ª edizione del Festival internazionale del cinema di Venezia.

L’Ente Parco nazionale del Pollino, attraverso il presidente Domenico Pappaterra, vuole tributare al regista Michelangelo Frammartino, un riconoscimento di stima in una cerimonia pubblica che sarà celebrata il 9 dicembre alle ore 17:00 nell’hub turistico di Campotenese, la Catasta.

Il regista Frammartino, insieme alla co-autrice del film, Giovanna Giuliani riceveranno nella stessa occasione la cittadinanza onoraria da parte dei comuni di Cerchiara di Calabria, San Lorenzo Bellizzi che sarà consegnata loro dai sindaci Antonio Carlomagno, Antonio Cersosimo.

Il film parte dall’evento storico avvenuto nell’Italia degli anni Sessanta: mentre nel Nord vengono costruiti edifici sempre più alti, all’altra estremità del Paese, sul Pollino, un gruppo di giovani speleologi esplora la grotta più profonda d’Europa nell’incontaminato entroterra calabrese. Quella spedizione scoprirà l’abisso del Bifurto che nell’allora 1961 fu determinata come la terza grotta più profonda d’Europa.

Durante l’incontro con il territorio il regista Michelangelo Frammartino e la co-autrice, Giovanna Giuliani, risponderanno alle domande dei giornalisti ospiti nel corso di una conferenza stampa programmata nel Polifunzionale “Catasta” di Campotenese.

Ufficio comunicazione e promozione Ente parco nazionale del Pollino