Visionando il sito di Trenitalia si può notare che i biglietti del treno Frecciargento Sibari-Bolzano, sono nuovamente acquistabili a partire dal 1 gennaio 2022.

Nelle scorse settimane erano sorte molte polemiche per la questione del mancato rinnovo del contratto fra Trenitalia e la Regione Calabria, di cui si sarebbe dovuta occupare l’ex giunta regionale guidata da Nino Spirlì, lo stesso che regalò personalmente, con atto di presidenza, le fermate di questo treno a Maratea nella vicina Basilica, dove l’Assessore ai Trasporti appartiene al suo partito. Alle richieste di spiegazioni avanzate da più parti, l’ex presidente f.f. non ha mai risposto, fatto sta che si é trattata di un decisione a danno dell’utenza calabrese, in particolare della vicina Scalea.

Dalle attenzioni verso questo treno, nato per servire territori penalizzati come la zona Jonica e l’Alto Tirreno Cosentino, si comprende l’importanza che questo assume per i suddetti territori, motivo per cui non solo non é opportuno ma neanche economicamente vantaggioso istituire altre fermate lungo il tragitto.

Le novità dell’orario invernale in vigore dal prossimo 12 dicembre sono state illustrate nei giorni scorsi in un comunicato ufficiale, in particolare figura l’introduzione del Frecciarossa 1000 sulla relazione Reggio Calabria Venezia.

Per quanto riguarda invece la questione relativa alla costituzione della nuova ferrovia AV, c’é grande attesa per l’uscita del progetto esecutivo del primo tratto, che dovrebbe avvenire fra la fine e l’inizio dell’anno nuovo, a seguito del quale inizierà il confronto con i territori. Nel PNRR però rientra solo nel tratto Battipaglia-Buonabitacolo nel PNRR, la restante parte sarà realizzata con fondi complementari.