I Carabinieri della Compagnia di Cosenza, nella mattinata del 5 novembre, hanno eseguito articolati e specifici servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dei reati di particolare allarme sociale,

mettendo in campo un consistente dispositivo che ha consentito di effettuare un capillare controllo del territorio nel capoluogo bruzio e nelle aree limitrofe.
Nel corso del servizio, in Cosenza, i militari della Sezione Radiomobile recepivano numerose segnalazioni, pervenute al numero di emergenza 112, circa la presenza presso l’Autostazione di un soggetto extracomunitario che si aggirava per le banchine della Piazza Autolinee armato di pistola. Raggiunto il posto, i Carabinieri controllavano le banchine e le aree circostanti, individuando il soggetto oggetto di segnalazioni in un extracomunitario che assumeva sin da subito un atteggiamento minaccioso, sollevando la maglia indossata e mostrando ai militari una pistola che aveva nascosto alla cintola.
I militari sono, pertanto intervenuti con fermezza provvedendo a bloccare e disarmare il soggetto, identificandolo in un 46enne di origine indiana. La pistola utilizzata a scopo intimidatorio, rivelatasi arma giocattolo, è stata sottoposta a sequestro mentre il 46enne è stato deferito in stato di libertà per il reato di minaccia a pubblico ufficiale.
Il fatto attesta la positività delle iniziative programmatiche sviluppate in ottica di prevenzione reati da parte del Comando Compagnia Carabinieri di Cosenza ed attuate al fine di fornire la risposta più concreta e tempestiva alle esigenze di ordine e sicurezza pubblica della collettività.